Via ai corsi di italiano all’Università di Bologna.

Posted on in Politica e lingue 31 vedi

Punteggiatura, sintassi e grammatica: via ai corsi di italiano all’Università di Bologna.

Il laboratorio nasce dopo i “segnali d’allarme” arrivati dagli studenti.

Via libera ieri in senato accademico ai corsi di lingua italiana per gli studenti dell’Università di Bologna. Il laboratorio (15 ore, tre crediti) sarà sperimentato già a partire dal secondo semestre dell’anno accademico in corso. Il corso rientra nel progetto delle “soft skills”, ovvero il pacchetto di “competenze trasversali” che l’ateneo ha deciso di offrire ai propri iscritti, “utili per l’inserimento nel mondo del lavoro”.

Nel loro percorso formativo, spiega l’Alma Mater in una nota, gli studenti potranno acquisire alcune abilità (manageriali, comunicative e relazionali) “considerate oggi necessarie per l’occupabilità e la ricerca del lavoro”. Il primo pacchetto riguarda laboratori di orientamento al lavoro, imprenditorialità, ricerca documentale, intelligenza creativa e appunto lingua italiana.

Dopo la prima fase di sperimentazione, nel prossimo anno accademico l’offerta potrebbe ampliarsi anche in altri ambiti come lingue straniere, pensiero computazionale, uguaglianza di genere, sostenibilità sociale. Si tratta di corsi a libera scelta o in modalità extra curriculare. In particolare, il laboratorio di lingua italiana dovrebbe concentrarsi su punteggiatura, sintassi e grammatica, prendendo spunto dal corso che ormai da tre anni è obbligatorio a Lettere per misurare l’idoneità grammaticale e linguistica degli studenti. Un progetto che l’ateneo ha deciso di varare anche per correre ai ripari rispetto all’aumento degli universitari che dimostrano in più occasioni di avere problemi con l’italiano, scritto e parlato. Un “segnale d’allarme” che arriva da tutte le aree dell’ateneo, confermava nelle settimane scorse il rettore Francesco Ubertini.
(Da bologna.repubblica.it, 22/2/2017).

{donate}

 

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.