Test di lingua italiana per i richiedenti il permesso di soggiorno di lungo periodo: le prefetture individuano le sedi di esame

Posted on in Politica e lingue 33 vedi

www.libertaciviliimmigrazione.interno.it

Ministero dell’interno
Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione

Circolari e provvedimenti
Dalle Prefetture

Test di lingua italiana per i richiedenti il permesso di soggiorno di lungo periodo: le prefetture individuano le sedi di esame

Siglato a Pistoia il protocollo sugli esami di italiano per stranieri

Si terranno presso la scuola media statale ‘G. Marconi – A. Frank’ di Pistoia e la scuola media statale ‘G. Chini’ di Montecatini Terme i test di conoscenza della lingua italiana che dovranno sostenere i cittadini stranieri che richiedono il permesso di soggiorno di lungo periodo.
Gli istituti scolastici sono individuati nel Protocollo d’intesa firmato questa mattina dal prefetto di Pistoia Mauro Lubatti e dal dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Francesco Mauro.

Il richiedente, personalmente o con l’assistenza di un patronato, deve inoltrare on line l’istanza alla prefettura competente all’indirizzo internet http://testitaliano.interno.it compilando il modulo scaricabile dallo stesso sito. La prefettura convoca successivamente il richiedente per il test, entro sessanta giorni dal ricevimento dell’istanza. Gli stranieri richiedenti della provincia di Pistoia che sosterranno il test nelle scuole individuate dal Protocollo saranno valutati da una commissione esaminatrice composta da docenti di italiano.

Illustrate dal prefetto di Chieti le modalità di svolgimento del test di lingua italiana per il permesso di soggiorno di lungo periodo.
Nell’ambito delle attività del Consiglio territoriale per l’immigrazione, presieduto dal prefetto Vincenzo Greco, sono state illustrate le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana per il rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. E’ stato deciso, quindi, di avviare le azioni di informazione ai cittadini stranieri e, in particolare, le sedi dove si svolgeranno i test di lingua italiana che saranno rese note tramite il sito internet della prefettura e dell’Ufficio scolastico regionale.

Test di italiano per stranieri, protocollo a Treviso sulle modalità di svolgimento

Si svolgeranno presso gli Istituti comprensivi ‘Asolo’, ‘Conegliano 1’, ‘Vittorio Veneto 1’ e presso le SMS Stefanini e Coletti di Treviso i test di conoscenza della lingua italiana che dovranno sostenere gli stranieri che richiedono il permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo residenti nella provincia. I cinque istituti scolastici sono stati individuati nel protocollo d’intesa firmato questa mattina dal prefetto di Treviso Aldo Adinolfi e dal dirigente dell’ufficio scolastico regionale Carmela Palumbo. Nella stessa mattina la procedura è stata presentata al Consiglio territoriale dell’immigrazione.
Il richiedente può inoltrare on line l’istanza alla prefettura competente per residenza attraverso il sito http://testitaliano.interno.it. La prefettura convocherà il richiedente per il test entro 60 giorni dal ricevimento dell’istanza, comunicando giorno, ora e luogo ove dovrà presentarsi.

Pronto a Nuoro lo svolgimento del test di lingua italiana

Riunione del Consiglio territoriale per l’immigrazione di Nuoro per approfondire le nuove procedure per lo svolgimento del test di lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso CE per soggiornanti di lungo periodo. Nel corso dei lavori sono state illustrate le diverse fasi procedimentali connesse allo svolgimento del test che, sulla base di una convenzione tra la prefettura e l’ufficio scolastico regionale, sarà curato dalla scuola secondaria di I grado ‘M. Maccioni’ di Nuoro.

Poggibonsi e Piancastagnaio sedi in provincia di Siena per i test di italiano

I test di italiano per il rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo saranno effettuati, in provincia di Siena, presso le sedi dei Centri Territoriali Permanenti per l’istruzione e la formazione in età adulta di Poggibonsi e Piancastagnaio, in relazione al luogo di residenza degli interessati.
Il prefetto Gerarda Maria Pantalone e la dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Anna Maria Cotoloni hanno sottoscritto il 10 dicembre l’accordo che disciplina le modalità di svolgimento del test di lingua italiana, il cui superamento, a decorrere dal 9 dicembre 2010, è obbligatorio per il rilascio del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo.

Per illustrare la nuova procedura e il sistema informativo predisposto dal ministero dell’Interno per l’inoltro delle richieste di svolgimento del test, il prefetto ha indetto una riunione del Consiglio territoriale per l’immigrazione, che si svolgerà il 14 dicembre alle ore 17, per assicurare la massima diffusione delle informazioni relative all’intero procedimento.

In due scuole di Varese i test di lingua per extracomunitari

In data 9 dicembre il Consiglio territoriale per l’immigrazione di Varese ha preso in esame le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Prefettura e ufficio scolastico provinciale hanno presentato i risultati del lavoro di approfondimento e le ipotesi applicative in ordine a sessioni d’esame e calendari per l’effettuazione delle prove, informando di avere individuato nell’istituto Newton di Varese e nell’istituto Falcone di Gallarate le sedi per lo svolgimento dei test di lingua italiana. Il Consiglio garantirà in modo capillare a tutti gli stranieri interessati l’informazione sulle modalità di attestazione della conoscenza della lingua italiana e sui percorsi di preparazione al test. Con l’occasione sono state richiamate le scadenze relative ai finanziamenti sui Fondi dell’Unione europea per la predisposizione di progetti ed iniziative.

Test di lingua italiana, firmato a Padova un protocollo d’intesa

Firmato tra il prefetto di Padova Ennio Mario Sodano ed il Direttore dell’ufficio scolastico regionale Carmela Palumbo un Protocollo d’intesa che disciplina le modalità di svolgimento dei test di conoscenza della lingua italiana, al superamento del quale è subordinato il rilascio del permesso di soggiorno CE di lungo periodo. Nel documento sono individuate le modalità di svolgimento della procedura, gli impegni che prefettura e ufficio scolastico regionale assumono reciprocamente e le istituzioni scolastiche sedi dei Centri Territoriali Permanenti (CTP), presso i quali sarà possibile, da parte dei cittadini extracomunitari interessati, effettuare il test. L’elenco, che sarà pubblicato sul sito della prefettura, comprende attualmente 5 istituti, di cui 2 in città (Vivaldi e Petrarca) e 3 nel resto della provincia (Pierobon di Cittadella, Guinizelli di Monselice e Parini di Camposampiero). Nel corso dell’incontro è stato deciso di avviare da subito azioni di informazione ai cittadini stranieri, adottando iniziative per agevolare la formazione degli stranieri che dovranno sostenere il test.

Test di italiano, individuate dalla prefettura di Potenza le sedi d’esame

Sono cinque gli istituti scolastici dove saranno svolti i test di italiano riservati agli stranieri che richiedono il permesso per soggiornanti di lungo periodo. Sono stati individuati nell’intesa firmata alla prefettura di Potenza dal prefetto Luigi Riccio e dal direttore dell’Ufficio scolastico regionale Franco Inglese. Le sedi sono: I.C. “A. Busciolano” C.T.P. Potenza; I.C. Lagonegro C.T.P.; SMS “M. Granata” C.T.P. Rionero in Vulture; I.C. “N. Sole C.T.P. Senise; I.C. “A. Racioppi” C.T.P. Spinoso. Si procederà, quindi, alla stesura di un calendario di svolgimento che potrà essere articolato in più sessioni nel corso dell’anno, secondo il numero delle domande.

La prefettura comunicherà alle istituzioni scolastiche l’elenco degli stranieri che hanno fatto richiesta di partecipazione al test, per predisporre tutti i necessari adempimenti anche di natura organizzativa. Le prove d’esame saranno svolte a cura delle istituzioni scolastiche che ne comunicheranno gli esiti alla prefettura che, a sua volta, li trasmetterà alla questura per il rilascio del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo.

Un protocollo a Taranto per avviare la procedura dei test di italiano

Sottoscritto dal prefetto di Taranto Carmela Pagano e dal dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Francesco Capobianco il Protocollo d’intesa che individua i Centri Territoriali Permanenti dove si svolgeranno i test di conoscenza della lingua italiana da parte degli stranieri richiedenti il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Il cittadino straniero richiedente permesso di soggiorno dovrà inoltrare per via telematica la domanda di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana, collegandosi al sito http://testitaliano.interno.it e compilando il modulo di domanda. L’istanza verrà acquisita dal sistema e trasferita alla prefettura territorialmente competente. Se la domanda risulterà regolare, la prefettura convocherà il richiedente entro 60 giorni, sempre per via telematica, indicando giorno, ora e luogo del test. A disposizione del richiedente un servizio di assistenza (help-desk) che potrà contattare tramite l’indirizzo e-mail indicato sul sito http://testitaliano.interno.it.

Questo l’elenco dei Centri Territoriali Permanenti interessati:
Scuola secondaria di 1° ‘Colombo’ di Taranto;
Scuola secondaria di 1° ‘Andria’ di Massafra;
Scuola secondaria di 1° ‘Grassi’ di Martina Franca;
Scuola secondaria di 1° ‘Marugi’ di Manduria.

Permesso di soggiorno per lungo periodo, la prefettura di Pescara indica gli istituti per il test d’italiano

Sono state individuate dalla prefettura di Pescara le scuole dove si svolgeranno i test di conoscenza della lingua italiana per cittadini stranieri, finalizzati al rilascio del permesso di soggiorno per lungo periodo. Si tratta dell’istituto di istruzione secondaria di I° ‘Foscolo-Fermi’ di Pescara, dell’istituto ‘A. Di Savoia’ di Popoli (Pe) e dell’‘Istituto comprensivo’ di Loreto Aprutino (Pe). La domanda per il test, presentata dai cittadini stranieri che sono in possesso di permesso di soggiorno e di età superiore ai 14 anni, dovrà essere inoltrata, per via telematica, alla prefettura della provincia di residenza, collegandosi al sito http://testitaliano.interno.it. La lettera di convocazione per lo svolgimento della prova conterrà l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dove il richiedente dovrà recarsi per sostenere il test. Il risultato del test, consultabile sul predetto sito, sarà messo a disposizione della questura per le verifiche finalizzate al rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo.

Test di italiano per stranieri, protocollo a Trieste sulle modalità di svolgimento nella provincia

Si svolgeranno presso gli istituti comprensivi ‘Antonio Bergamas’ e ‘S. Giovanni’ di Trieste i test di conoscenza della lingua italiana che dovranno sostenere gli stranieri che richiedono il permesso di soggiorno Ce di lungo periodo residenti nella provincia. I due istituti scolastici sono individuati nel protocollo d’intesa firmato questa mattina dal prefetto di Trieste Alessandro Giacchetti e dal dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia Carmine Monaco per definire le modalità di svolgimento del test, introdotto dal ‘Pacchetto sicurezza’ (Legge n.94/2009) come condizione per ottenere questo tipo di permesso da parte del cittadino straniero che risiede in Italia da almeno 5 anni.

Il decreto ministeriale applicativo del 6 giugno 2010 e la successiva circolare emanata dal dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno disciplinano la procedura di effettuazione del test, attiva da oggi e gestita dalle prefetture. Il richiedente, personalmente o con l’assistenza di un patronato, deve, infatti, inoltrare on line l’istanza alle prefetture competenti attraverso il sito http://testitaliano.interno.it, compilando il modulo scaricabile sullo stesso sito. Le prefetture convocano successivamente il richiedente per il test entro sessanta giorni dal ricevimento dell’istanza. Gli stranieri richiedenti della provincia di Trieste che sosterranno il test nelle scuole individuate dal protocollo saranno valutati da una commissione esaminatrice composta docenti di italiano.

Permesso di soggiorno CE, la prefettura di Udine individua le scuole per il test d’italiano

Le sedi scolastiche presso le quali i richiedenti il permesso di soggiorno di lungo periodo CE (Comunità Europea) potranno effettuare il previsto test di lingua italiana sono state individuate con un protocollo sottoscritto questa mattina presso la prefettura di Udine. L’intesa che disciplina lo svolgimento del test è stato siglato dal prefetto Ivo Salemme e il dirigente dell’ufficio scolastico regionale – ufficio VIII Pietro Biasiol. L’elenco è stato pubblicato sul sito internet della prefettura e dell’ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia.
La prova – introdotta dal decreto del ministero dell’ Interno 14 giugno 2010 che entra in vigore oggi – è finalizzata a favorire i percorsi di integrazione e costituisce uno dei presupposti per il rilascio del permesso di soggiorno da parte della questura.

Alla prefettura di Ancona una riunione per regolamentare i test di conoscenza della lingua italiana per stranieri

Disciplinare le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana per il rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. A tal fine si è svolta una riunione del consiglio territoriale per l’immigrazione alla prefettura di Ancona, presieduta dal prefetto Paolo Orrei. Nel corso dell’incontro, è stato deciso, vista l’imminente entrata in vigore delle nuove disposizioni previste dal decreto del ministro dell’Interno di concerto con il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 4 giugno 2010, di avviare da subito azioni di informazione ai cittadini stranieri, dirette ad offrire un’ampia pubblicizzazione delle nuove disposizioni. Sono state stabilite, inoltre, iniziative concrete che agevolino il percorso di formazione degli stranieri che dovranno sostenere il test. Nei prossimi giorni verrà stipulato un apposito protocollo d’intesa tra la prefettura e l’ufficio scolastico provinciale allo scopo di individuare le istituzioni scolastiche, presso cui si svolgeranno i test di lingua italiana. L’incontro ha costituito un’occasione importante anche per condividere le attività promosse dalla cooperativa sociale La Gemma di Ancona, attraverso il progetto ‘Il mondo a scuola. Strategie di gestione delle problematiche connesse alla costruzione dell´identità negli adolescenti in bilico tra due culture’, co-finanziato con il fondo europeo per l´integrazione di cittadini di Paesi Terzi – Annualità 2009.

Brescia, al via in prefettura la programmazione del test di italiano per i permessi CE di lungo soggiorno

Firmato alla prefettura di Brescia, tra il prefetto Narcisa Brassesco Pace ed il direttore dell’ufficio scolastico regionale Giuseppe Colosso, un protocollo d’intesa che disciplina le modalità di svolgimento del test di lingua italiana che dovranno sostenere i richiedenti il permesso di soggiorno CE per lungo periodo. L’elenco delle istituzioni scolastiche presso le quali sarà possibile effettuare il test sarà pubblicato sul sito internet della prefettura di Brescia e su quello dell’ufficio scolastico regionale per la Lombardia. La prova, prevista dal decreto del ministero dell’Interno del 4 giugno 2010 che entrerà in vigore il 9 dicembre, è finalizzata a favorire i percorsi di integrazione e costituisce uno dei presupposti per il rilascio del permesso di soggiorno da parte della questura.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.