Tensione Ue-Israele, Terzi convoca l`ambasciatore

Posted on in Europa e oltre 5 vedi

Tensione Ue-Israele, Terzi convoca l`ambasciatore

ROMA – «Forte preoccupazione» e «contrarietà» per la decisione del governo Netanyahu di autorizzare nuovi insediamenti (circa 3 mila) e di interrompere il pagamento degli introiti doganali all`Autorità palestinese. Questo il messaggio che il segretario generale della Farnesina Valensise ha «passato» all`ambasciatore israeliano a Roma, Naor Gilon. Gilon era stato convocato dal ministro degli Esteri Giulio Terzi, in linea con le raccomandazioni del Comitato politico e di sicurezza della Ue, che ha anch`essa convocato l`ambasciatore israeliano a Bruxelles, raccomandando a tutti gli Stati membri di fare passi analoghi a quelli già compiuti da Gran Bretagna, Francia, Spagna, Svezia e Danimarca. Ma Netanyahu, che ieri sulla strada per Berlino si è fermato a Praga per ringraziare il governo ceco, unico europeo ad aver votato no alla richiesta palestinese di diventare Stato osservatore non membro all`Onu, è sembrato irremovibile. La condanna internazionale, ha spiegato, non impedirà a Israele di difendere «i suoi interessi vitali». La costruzione di nuove unità abitative nell`area E1 dividerebbe il Nord dal Sud della Cisgiordania e impedirebbe l`accesso a Gerusalemme. «Una linea rossa invalicabile», per il presidente palestinese Abu Mazen.

(Dal "Corriere della Sera", 06/12/2012)




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.