SULL`UNGHERIA LA UE FA LA VOCE GROSSA

Posted on in Europa e oltre 11 vedi

SULL`UNGHERIA LA UE FA LA VOCE GROSSA

Meglio tardi che mai. Esasperata dalle svolte autoritarie del semidittatore ungherese Viktor Orbàn, pressata dal coraggio commovente dei centomila ungheresi in piazza per la libertà cantando l`Inno alla gioia, cioè l`inno europeo, la Commissione europea si è svegliata. Studiamo il caso ungherese, dobbiamo decidere se è ancora democrazia o se è dittatura, dicono i portavoce.
Intanto qui in Ungheria la situazione precipita, il fiorino crolla, la crescente povertà- situazione lontana anni luce dalla prosperità e della libertà di Varsavia e Praga- fa temere anche tensioni violente. Era, ieri, il monito del Financial Times, il quotidiano globale della city di Londra: "Democrazia in pericolo a Budapest, la Ue si muova". L`Europa è a un bivio: aiutare i democratici ungheresi, o lasciarli soli con un cinismo suicida da Monaco 1938. Lastbutnot least, nessuno spiega perché mai Angela Merkel accetti ancora nei ranghi dei Popolari europei il partito di Orbàn, per quale complicità magari involontaria ma scandalosa non lo cacci a calci: cosa ha a che fare Orbàn con i valori di Adenauer, de Gasperi e Kohl?

di Andrea Tarquini
La Repubblica, pag.29
05/01/2012




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.