Stranieri a lezione d’italiano.

Posted on in Politica e lingue 16 vedi


Per venti stranieri le lezioni d’italiano

Chiara Riffeser


Chignolo. Molte donne che così cercano di sconfiggere l'emarginazione legata alle difficoltà di lingua.


CHIGNOLO.La pubblicità due mesi fa, ora l’inizio delle lezioni con qualche curiosità. Si tratta del corso di alfabetizzazione promosso dall’amministrazione comunale di Chignolo Po. Iscritti: 20 persone. E tra loro ci sono anche una donna ingegnere rumena e due analfabete complete indiane. Tutte donne che dicono no all’emarginazione e hanno scelto di impegnarsi al meglio per avere il proprio ruolo nel nuovo comune di residenza. Ma cosa si impara in questo corso? E’ presto detto. Le lezioni introducono i cittadini immigrati alla conoscenza della lingua italiana e delle caratteristiche del contesto sociale e civile circostante, aiutando in questo modo il loro inserimento nella nostra società. Una buona capacità di comprensione e di espressione linguistica sono infatti requisiti indispensabili per poter vivere e lavorare in una società diversa da quella di origine. A questo si aggiungono anche la capacità di utilizzare i principali mezzi informatici di comunicazione e, molto importante, la conoscenza degli usi e costumi locali e delle regole di convivenza civile e sociale proprie del territorio.
Con questo corso, quindi, si va oltre al semplice percorso di alfabetizzazione linguistica e si abbracciano anche obiettivi di formazione alla cittadinanza attiva che garantiscano la riuscita del percorso di integrazione sociale dello straniero. Perché Chigolo ha deciso di non lasciare soli questi nuovi abitanti? E’ chiaro: perché si è guardata attorno e si è accorta che in zona (il corso è aperto anche ai non residenti) esistevano ed esistono molti stranieri che hanno bisogno di diventare cittadini. Tra senegalesi, marocchini, cittadini del Ghana, albanesi e non solo. E anche all’interno delle scuole in zona, si mira ad agire per integrare meglio aiutando gli studenti da poco in Italia. E chissà mai che proprio da questi corsi possano uscire nuovi facilitatori linguistici (in pratica dei traduttori) che possono operare poi nelle scuole.
Le lezioni, a Chignolo, si tengono ogni martedì e giovedì dalle 15 alle 19 nel salone Società operaia. E a fine corso, per aiutare ancor meglio ad integrarsi sul nuovo territorio i giovani e meno giovani tra uomini e donne che hanno deciso di partecipare, gli organizzatori hanno anche in mente di organizzare una piccola festa. Non solo: a fine corso, così come si frequentano lezioni organizzate, per tutti i partecipanti è previsto anche il rilascio di regolare attestati di frequenza che ognuno potrà esporre in bella vista, con tanto di vanto, nella propria abitazione.


Provincia. Pavese

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.