La coalizione europea Stop TTIP cita in giudizio la Commissione Europea.

Posted on in L'ERA comunica 5 vedi

“Stop TTIP” cita in giudizio la Commissione Europea. 

La coalizione europea di Stop TTIP, della quale l’ERA fa parte e composta da oltre 300 organizzazioni di tutta Europa, ha depositato il Ricorso contro la Commissione europea presso la Corte europea di giustizia di Lussemburgo. 

Il Ricorso è contro la decisione della Commissione di bloccare una consultazione pubblica europea “ICE, iniziativa dei cittadini europei”, sul controverso accordo commerciale tra UE-USA noto come TTIP e un accordo simile con il Canada (CETA).

Nonostante il rifiuto dell’ICE da parte della Commissione la coalizione ha lanciato una seconda petizione auto-organizzata di Iniziativa dei Cittadini Europei, che chiede alla Commissione di cessare i negoziati segretamente orchestrati del TTIP e non completare il CETA ma, finora, la Commissione ha negato alle voci di dissenso persino un’audizione in Parlamento Europeo e continua a negoziare in segreto gli accordi commerciali, nonostante oltre 850.000 firme finora raccolte in poco più di un mese.

Insomma per la Commissione i cittadini europei non hanno diritto alla conoscenza di ciò che si sta trattando alle loro spalle, sostiene che non si debba interferire fintanto che i contratti definitivi non vengano messi sul tavolo, peccato che per allora sarebbe troppo tardi.  
L’arroganza di Bruxelles nei confronti dei cittadini europei non solo è inaccettabile ma mette a rischio anche il futuro della democrazia nell’Unione Europea.

Su www.eraonlus.org il testo del Ricorso presentato e la petizione europea da firmare giunta oggi ad oltre 878mila firme.

Testo del Ricorso nell’originale tedesco.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.