Speriamo bene!

Posted on in Politica e lingue 30 vedi

Liberisti e linguisti. Solo Inglese?

No, è più democratico che tutta l’Europa impari a parlare di nuovo.

SOLUZIONE RADICALE: USIAMO L’ESPERANTO

Una soluzione radicale a quella babele che è l’Europa unita: basta con l’inglese, molto meglio l’esperanto. Fra le tante degne battaglie ingaggiate dai radicali ce n’è anche una contro la supremazia dell’idioma di Shakespeare nel Vecchio Continente: che tutti si mettano a studiare una nuova lingua comune. Anche gli inglesi, p l e a s e.

Animato da questi alti ideali di democrazia verbale, Giorgio Pagano, segretario dell’associazione radicale Esperanto, ha dato il via a una campagna di sensibilizzazione. Troverà ascolto ? Lui espera di sì.

(Da Il Venerdì, supplemento de La Repubblica, 29/10/2004).

[addsig]




1 Commenti

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

Liberisti e linguisti. Solo Inglese? <br /><br />
No, è più democratico che tutta l’Europa impari a parlare di nuovo.<br /><br />
<br /><br />
SOLUZIONE RADICALE: USIAMO L’ESPERANTO<br /><br />
<br /><br />
Una soluzione radicale a quella babele che è l’Europa unita: basta con l’inglese, molto meglio l’esperanto. Fra le tante degne battaglie ingaggiate dai radicali ce n’è anche una contro la supremazia dell’idioma di Shakespeare nel Vecchio Continente: che tutti si mettano a studiare una nuova lingua comune. Anche gli inglesi, p l e a s e.<br /><br />
Animato da questi alti ideali di democrazia verbale, Giorgio Pagano, segretario dell’associazione radicale Esperanto, ha dato il via a una campagna di sensibilizzazione. Troverà ascolto ? Lui espera di sì.<br /><br />
(Da Il Venerdì, supplemento de La Repubblica, 29/10/2004).<br /><br />
[addsig]

You need or account to post comment.