«Soldi tolti agli italiani per regalarli agli inglesi»

Posted on in L'ERA comunica 6 vedi

Dichiarazione di Giorgio Pagano

“Le Regioni stanno togliendo soldi agli italiani per regalarli agli inglesi”, ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.
“In un momento di crisi in cui non si sa più dove prendere i soldi e gli italiani vanno verso una tassazione a tutto spiano, dall’Abruzzo alla Calabria le Regioni continuano a spendere i soldi degli italiani per pagare madrelingua inglesi che tengono corsi di colonizzazione linguistica inglese. In questo modo si regalano soldi a paesi più ricchi del nostro mentre gli italiani devono tirare la cinghia; dall’altro lato si scavalcano i diritti umani linguistici del popolo italiano utilizzando i fondi delle Regioni, anziché per incentivare la nostra lingua per i giovani e le nuove generazioni di immigrati, per imporgli la lingua di paesi stranieri e antagonisti che hanno attaccato l’Italia e l’Euro con manovre speculative inaccettabili”, ha aggiunto Pagano.

“Se eliminassimo la tassa sull’inglese risparmieremmo oltre 60 miliardi di euro l’anno, invece si continua a far pagare i soliti noti o a deprimere l’economia con misure come il tetto agli sconti per i libri. Abbiamo bisogno di un nuovo Risorgimento per costruire gli Stati Uniti d’Europa e uscire dalla logica del Dopoguerra che vede l’Europa e l’Italia come appendici coloniali del Regno Unito e degli USA: le Regioni, nella comunicazione internazionale, si facciano portatrici di soluzioni invece democratiche ed innovative, affermino l’Esperanto come diritto dell’umanità nell’epoca della globalizzazione che, dobbiamo fare in modo, non coincida con quella della colonizzazione”, ha concluso il Segretario dell’ERA.

Roma, 30 agosto 2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.