I soldati robot stanno arrivando nelle zone di guerra?

Posted on 19 novembre 2017 in Europa e oltre 13 vedi

Boston Dynamics ha iniziato come ramo del Massachusetts Institute of Technology, dove hanno sviluppato i primi robot che correvano e manovravano come animali ammaestrati. Ora stanno facendo il passo successivo, combinando i principi del controllo dinamico e dell’equilibrio con sofisticati progetti meccanici, elettronica all’avanguardia e software per la percezione, la navigazione e l’intelligenza.

Atlas è l’ultimo di una linea di robot umanoidi avanzati che stanno sviluppando. Il sistema di controllo di Atlas coordina i movimenti delle braccia, del busto e delle gambe per ottenere una manipolazione mobile di tutto il corpo, espandendo notevolmente la portata e lo spazio di lavoro. La capacità di bilanciamento di Atlas durante l’esecuzione delle attività consente di lavorare su grandi volumi pur occupando solo un minimo ingombro.

L’hardware Atlas sfrutta la stampa 3D per risparmiare peso e spazio, ottenendo un notevole robot compatto con un elevato rapporto resistenza / peso e uno spazio di lavoro estremamente ampio. La visione stereo, il rilevamento della gamma e altri sensori conferiscono a Atlas la capacità di manipolare oggetti nel suo ambiente e di viaggiare su terreni accidentati. Atlas mantiene il proprio equilibrio quando viene spinto  e può alzarsi se si ribalta.

Le applicazioni militari di questa tecnologia sono infinite e definiranno come gli eserciti più potenti del mondo formeranno le sue forze d’attacco. Non è così inverosimile che la natura delle guerre cambierà sostanzialmente nei prossimi decenni con soldati robotici gestiti a distanza come la sua forza principale.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.