Società Dantesca a rischio commissariamento

Posted on in Politica e lingue 24 vedi

Società Dantesca

Bianco chiede il commissario

La Società Dantesca Italiana, che ha sede in via dell’Arte della Lana dal 1888, rischia un’ispezione e il commissariamento da parte del ministero per i Beni culturali. L’istituzione, a cui è affidata la pubblicazione dell’edizione nazionale delle opere di Dante Alighieri, è finita nella bufera e le sue sorti con molta probabilità saranno decise dal governo, dopo che il caso è approdato in Parlamento, con un’interrogazione dell’ex ministro della Pubblica istruzione Gerardo Bianco, oggi deputato della Margherita, rivolta al vicepresidente del consiglio Rutelli.

La richiesta di un’ispezione ministeriale nasce dalla denuncia di “una situazione molto grave”, sottolinea Bianco, nella gestione della Società, portata alla luce dal professor Enrico Malato, autore del recente volume “In difesa della Società Dantesca Italiana” (Salerno editrice 2006). La denuncia di Malato ha destato ampia preoccupazione tra numerosi studiosi del Sommo Poeta e storico della letteratura italiana, che hanno preparato un appello al ministro Rutelli perché proceda al commissariamento. Tra gli oltre 40 firmatari figurano i professori Alberto Varvaro, Bruno Basile, Jacqueline Risset, Giulio Ferroni, Maria Luisa Doglio, Lucia Battaglia Ricci, Claudio Gigante.

L’interrogazione di Bianco denuncia una “discriminazione tra i soci e lo scoraggiamento di nuove adesioni”; “la gestione arbitraria della Società in violazione dello statuto”; “sovvertimento dell’impianto storico del sodalizio”. Attualmente la Società Dantesca Italiana è presieduta dal professor Guglielmo Gorni, ordinario di filologia dantesca all’Università “La Sapienza” di Roma, nominato nell’autunno del 2005 dopo che il professor Francesco Mazzoni, che per 37 anni aveva guidato l’istituzione fiorentina, ha rassegnato le dimissioni. Mazzoni, titolare della prima cattedra di filologia dantesca all’Università di Firenze, divenne presidente dopo le dimissioni di Gianfranco Contini. Dal 1944 al 1956 la Società era stata commissariata.

(Da La Nazione, 15/11/2006).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.