Si è concluso il X Congresso dell’ERA: la Mozione, gli eletti

Posted on in L'ERA comunica 19 vedi

Il X Congresso della “Esperanto” Radikala Asocio, riunitosi a Roma il 18 dicembre 2004:

Approva il bilancio 2002, il bilancio 2003 e le Relazioni del Tesoriere, del Segretario, del Presidente.

Accoglie con soddisfazione l’approvazione dei due progetti dell’ERA per il Servizio civile da parte dell’Ufficio Nazionale preposto ed aver potuto, da marzo 2004, contare sulla presenza di 8 volontari.
Denuncia la politica linguistica di Paesi come l’Italia o la Francia, che hanno deciso o stanno per decidere l’insegnamento obbligatorio dell’inglese sin dalla prima elementare, ed in via sperimentale nelle scuole dell’infanzia;
Chiede agli Organi Dirigenti di condurre tutte le iniziative necessarie ad informare i parlamentari e ministri competenti francesi per scongiurare la caduta del “burka linguistico” e consentire, anche in Francia, quella riflessione atta a far compiere a quel Paese passi importanti nella direzione della prospettiva “linguainternazionalista”.
Saluta, come un primo importante passaggio di questa campagna la pubblicazione dell’Appello per un “18 giugno linguistico”, scritto dall’ERA e dai Giovani Radicali Francesi e pubblicato sul sito “Dialogue & Inititative”, voluto dal Primo Ministro francese per aprire il dibattito sulle riforme politiche in cantiere.

Prende atto, con soddisfazione, del cambiamento di clima e d’atteggiamento nel Partito Radicale nei confronti della campagna esperantista e dell’ERA, ringrazia quanti hanno operato dentro al Partito ed alle Istituzioni per e sulla campagna linguainternazionalista, a cominciare dal Gruppo parlamentare europeo e, in particolare, ringrazia il Tesoriere Danilo Quinto che ha reso possibile attraverso il contributo finanziario del Partito radicale il coordinamento delle attività degli otto volontari.
Ringrazia altresì Marco Pannella per il suo, rivendicato, ventennale sostegno al «buon vino esperantista» e gli rivolge un accorato appello affinché «quell’alzare le spalle verso coloro che da vent’anni le alzano nei confronti della battaglia esperantista» s’incarni quanto prima in solidi e concreti atti politici.

Ricorda i successi conseguiti e particolarmente:
– l’adozione da parte del II Congresso della Federazione Europea dei Partiti Verdi della mozione generale sulle lingue in pericolo, suggerita dall’ERA;
– gli incontri con il Ministro della Pubblica Istruzione Letizia Moratti;
– l’inserimento nell’Agenda del Social Forum di Firenze di un punto esperantista;
– la partecipazione al Meeting degli Esperti sulle lingue a rischio di estinzione e l’inserimento nel piano d’Azione di un paio di punti sollevati dall’ERA nel corso del dibattito;
– raccolta di firme di dirigenti politici e amministratori locali radicali francesi in calce all’Appello di Bayonne dell’ERA;
– la costituzione, nell’ambito del Seminario Politico, organizzato a Bruxelles dai parlamentari radicali, del Comitato Europeo per la sperimentazione dell’esperanto nell’Unione Europea;
– la ripubblicazione, col sostegno finanziario dell’UNESCO del primo volume di Ludu kun Ni e di un sito web per la formazione degli insegnanti al metodo di Paderborn;
– la partecipazione al Seminario del LYMEC di Parigi, organizzato dai giovani radicali francesi;
– La Conferenza illustrativa tenuta a Ginevra, nell’ambito della 60sima sessione del Comitato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite “Per una Conferenza Mondiale delle lingue subito!”;
– l’esclusiva concessa all’ERA dall’UNESCO per la pubblicazione in italiano, portoghese ed esperanto dell’Atlante sulle lingue in via di estinzione. A tale proposito ringrazia i sette Punti di Riferimento UNESCO dell’ERA che stanno consentendo la conlusione di altri crontratti di traduzione esclusiva:
Dimitar PAPAZOV della Bulgaria;Vjekoslav Morankic’ della Croazia; Georges SOSSOIS, belga; Ludoviko Molnar, ungherese; David Curtis, inglese; Ursula Grattapaglia, brasiliana; Prof.a Eva Polakova, slovacca
– la partecipazione del Segretario e del Tesoriere dell’ERA, accompagnati da alcuni volontari, al programma televisivo RAI “10 minuti di”, a cura dei Servizi Parlamentari;
– La pubblicazione nel portale Tiscali dell’intera iniziativa radicale “Far apprendere una lingua anche agli inglesi”.

RINGRAZIA per le proposte di collaborazione e impegno venute al Congresso da parte dell’Associazione Nazionale Presidi, nella persona del Dott. Favero; dal Presidente della Crusca, Prof. Sabatini; del Presidente dell’Universala Esperanta Asocio, Dott. Corsetti e, in particolare, dal Presidente del Partito radicale On. Stanzani. Proposte, tutte, che avranno puntuale riscontro da parte degli Organi dirigenti eletti.

Invita gli Organi Dirigenti a coordinare tutte le forze che nel mondo si oppongono alla prospettiva del momopolio linguistico anglofono, a cominciare da quelle presenti nelle grandi democrazie di lingua inglese, invitando ad un maggior impegno la rete dei referenti dell’Associazione in Italia e all’estero.
INVITA altresì tutti e ciscun associato a ricordare per il 10 aprile 2005, attraverso manifestazioni od eventi – anche a carattere familiare – il decennale della pubblicazione da parte del Ministero dell’istruzione italiano dello Studio sulla Lingua Internazionale.

Impegna gli Organi Dirigenti a proseguire sulla strada dei Progetti della Campagna “Far imparare una lingua anche agli inglesi” citata da vari organi di stampa nazionale e, grazie alle organizzazioni intervenute in Congresso, ora patrimonio possibile di più organizzazioni.

Impegna gli Organi Dirigenti, ciascuno e tutti ad esplorare ogni possibile fonte di contributo a cominciare da quello dell’autofinanziamento e iscrizioni.
rivolge un accorato appello ai suoi iscritti e simpatizzanti affinché si facciano promotori finanziari e politici degli obiettivi individuati dalla presente mozione.


ELETTI

Presidente Onorario: Leo Solari
Presidente: Daniela Giglioli
Segretario: Giorgio Pagano
Vicesegretario: Lapo Orlandi
Tesoriere: Isio Maureddu

Consiglieri:
Ranieri Clerici
Giovanni Lancellotti
Salvatore Finamore
Alberto Licheri
Oliviero Noventa

Revisori:
Vittorio Madella
Luigia Oberauch
Giovanni Lancellotti

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.