Severgnini in Italia: bene il bando dell’italiano nella laurea magistrale a favore dell’insegnamento, integrale e obbligatorio, dell’inglese

Posted on in Politica e lingue 20 vedi

Italiani in Erasmus: ben preparati, ma l’inglese…

Caro Severgnini, mi trovo in Erasmus all’estero e volevo porle una riflessione. Studiando qui mi accorgo che la preparazione di noi italiani in materie quali diritto, scienze politiche e relazioni internazionali è superiore e di molto, rispetto a quella di altri ragazzi europei. Purtroppo però questa preparazione risulta molto spesso superflua quando il livello di inglese è evidentemente inferiore alla media. Non sarebbe opportuno portare a un livello equilibrato i due aspetti?
Andrea Gallo, andrea.gallo.5@studenti.unipd.it

 

Sarebbe. Ma non è facile. Guardi il baccano sollevato intorno alla (giusta) decisione del Politecnico di Milano d’introdurre l’inglese nella laurea magistrale, per aiutare i ragazzi a inserirsi nel mondo del lavoro. Esistono forti resistenze, in ogni ateneo, soprattutto tra i docenti. Molti hanno costruito le loro carriere in italiano e in Italia; hanno conquistato una piccola o grande notorietà nazionale; e non vedono di buon occhio l’allargamento del mercato. 

(Da italians.corriere.it, 21/12/2013).




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.