Sempre più italiano alle Poste: plauso a Massimo Sarni.

Posted on in L'ERA comunica 5 vedi

Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario sell’Associazione Radicale “Esperanto”.

Oggi il Corriere pubblica la notizia che Poste Italiane ha diramato una Circolare
nella quale invita i dipendenti a moderare l’uso dell’inglese «per garantire una comunicazione immediata con i propri interlocutori».
Quando dicevamo, come radicali, che l’utilizzo abnorme del’inglese nascondeva la volonta di non far comprendere, e non solo in politica, tutti gli italiani e, sostanzialmente, consentiva al regime di cavarsela non innovando davvero ma parodiando l’innovazione solo perché si utilizzava la lingua inglese… dicevamo il vero.
Di questo sembra essersi accorta intanto Poste italiane che, finalmente, si pone l’obiettivo di dialogare con i propri clienti nella loro lingua madre e non utilizzando a sproposito termini in una lingua a loro estranea, straniera appunto.
Quando si vuole mandare un messaggio di affidabilità alle persone parlare la loro stessa lingua, senza alcun margine di ambiguità e d’incomprensione, è fondamentale: ma certa politica italiana che vuole farci mandare giù l’inglese “con l’imbuto” sembra non averlo ancora capito.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.