SE LA CANTA E SE LA SUONA. IN ESPERANTO‏

Posted on in Politica e lingue 6 vedi

Lì per lì, tutto suona molto strano. Mi riferisco alle parole. Però è un suono evocativo. Ma in che lingua sta cantando Fanny Fortunati dei milanesi Rêverie? Latino? E chi sono? I Deus Ex Machina? Eppure sembra una lingua vicina di terra ma lontana di genealogia. Greco? Albanese? O Ladino sefardita? E se fosse uno scherzo kobaiano? No, quella è roba da Magma…

Leggo meglio le note di copertina: mi sono imbattuto nel primo disco di progressive rock con liriche inEsperanto. Sì, la lingua sintetica inventata da Zamenhof: era la fine dell’Ottocento, quando questo medico polacco scorse un modo possibile per creare un idioma universale, di facile struttura morfosintattica e che pescasse i vocaboli dalle 3 principali famiglie linguistiche europee (romanza, germanica e slava).

Una coraggiosa sfida d’altri tempi, quella dei Rêverie che con Revado (Downbridge Pub., 2011) vogliono dimostrarci che l’Esperanto avrebbe in sé doti di eufonia tali da incoraggiarne l’uso nel settore musicale.

Al di là dell’indubbia curiosità linguistica (peraltro non fine a se stessa), la tesi di partenza ha condizionato l’ensemble a scrivere composizioni parzialmente eterogenee tra di loro. Lo spettro sonoro più unplugged consente ai musicisti di conferire maggiore espressione all’intrinseca sensibilità etnofonica già notata in lavori precedenti, mentre i frequenti traslochi elettroacustici attivano solidi legami con l’ascendenza progressive.

Da un lato ci sono i Balcani (La tradezerta komercisto), il Medio Oriente (Silkovojo), melodie klezmer (Plurmiljaraj), il Mediterraneo italiano (Danco de l’maro); dall’altro ballate alla Genesis (Kiam alvenos la fino e Pluvas rosmareno), sbalzi elettronici (Arkana belulino), dilatazioni floydiane (Plurestantaj memoroj) e schitarrate alla Porcupine Tree (Koto kaj lumo). In mezzo, pure un esperimento di musica contemporanea per clarinetto effettato (Oceano).

Poi, chi volesse operare un confronto, sappia che la presente edizione prevede anche il CD cantato in Italiano… si può chiedere di più?

© Riccardo Storti

http://genova.mentelocale.it/blog/il-ro … torti/387/




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.