Scuola multietnica, nelle classi toscane 3.000 stranieri in più.

Posted on in Politica e lingue 36 vedi

Scuola multietnica, nelle classi toscane 3.000 stranieri in più.

Il 66% sono nati in Italia ma non hanno la cittadinanza. Boom nelle primarie, poi scelgono soprattutto gli istituti professionali.

di Valeria Strambi.

Toscana sempre più multietnica, anche sui banchi di scuola. In due anni gli studenti stranieri sono aumentati di quasi tremila unità passando dai 64.348 del 2014 ai 67.004 del 2016. Dalle materne alle superiori, per la maggior parte si tratta di alunne e alunni nati nel nostro paese che però non hanno la cittadinanza. Superano infatti quota 40mila i giovani che appartengono almeno alla seconda generazione.

A tracciare il profilo dei nuovi studenti è l’indagine statistica pubblicata dal ministero dell’Istruzione. La Toscana gioca un ruolo di primo piano, risultando la quarta regione in cui gli stranieri incidono di più nel contesto scolastico locale (13,1%), preceduta solo da Emilia Romagna (15,6%), Lombardia (14,5%) e Umbria (13,8%). La provincia toscana con il più alto numero di alunni con cittadinanza non italiana è Firenze (21.068), seguita da Prato (8.617), Arezzo (6.670), Pisa (6.619), Siena (5.210), Pistoia (5.047), Lucca (4.623), Livorno (3.630), Grosseto (3.284) e Massa Carrara (2.236). La concentrazione più alta, a livello regionale, si ha alla scuola primaria con 23.178 alunni, ma negli ultimi anni sono aumentati molto anche i ragazzi che si iscrivono alle superiori (16.822). I più gettonati sono gli istituti professionali, dall’alberghiero all’agrario, che contano fino a 6.651 studenti stranieri. Molto richiesti anche gli istituti tecnici (5.446 alunni), un po’ meno i licei (4.725). Unica eccezione la provincia di Massa Carrara, dove classici, scientifici e linguistici, con 214 iscritti, sono preferiti ai tecnici (151). Le cifre di scuola dell’infanzia e medie sono in perfetto equilibrio con, rispettivamente, 13.281 e 13.723 allievi.

Ma da quali parti del mondo provengono? La maggior parte arriva dall’Europa (36.028) anche se solo 13.206 da stati membri dell’Ue. Dall’Asia sono 15.352, dall’Africa 11.155 e dall’America 4.392. Appena 45 dell’Oceania e 32 apolidi. Il comune toscano con la maggior presenza di alunni stranieri è ancora una volta Firenze, che tocca quota 9.172: la percentuale più alta (13,6%) proviene dalla Romania, seguita da Albania (13,5) e Cina (12,6). A Prato città gli studenti con cittadinanza non italiana sono 7.382 e il 50,7% è di nazionalità cinese. Un dato in continuo aumento, se si considera che a livello nazionale la provincia pratese è quella che possiede la più alta incidenza di studenti stranieri in rapporto alla popolazione scolastica locale (23,2%). Seguono tutte province del centro-nord: Piacenza (21,3), Mantova (18,3), Asti (17,8) e Brescia (17,6). Altro comune toscano con un numero significativo di stranieri è Arezzo (2.040):
qui i paesi più rappresentati sono Romania (29,6%), Albania (15,1%), ma anche Pakistan (9,1%) e Marocco (6,2%). A Pisa (2.007 alunni stranieri) le comunità più diffuse sono quella albanese (20,8%) e filippina (15,5%). Le altre nazionalità sono distribuite più a macchia di leopardo: a Grosseto, ad esempio, l’11,5% di alunni stranieri proviene dalla Moldavia, mentre la concentrazione più alta di studenti indiani è a Siena (2,1%).
(Da firenze.repubblica.it, 2/4/2017).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.