Scuola: Donazzan (Veneto), docenti non accettino linguaggio informale di sms e web

Posted on in Politica e lingue 9 vedi

Scuola: Donazzan (Veneto), docenti non accettino linguaggio informale di sms e web

Venezia, 29 lug. (Adnkronos) – ”E’ necessario che si rafforzi e si migliori lo studio e la conoscenza dell’italiano e che forse, metodologie quali l’approfondimento della grande letteratura italiana, delle poesie a memoria e degli importanti autori che hanno fatto grande la cultura italiana, dovrebbero essere riprese all’interno delle scuole di ogni ordine e grado, con particolare severita’ da parte dei docenti nel non accettare un linguaggio colloquiale ed informale oggi largamente diffuso, purtroppo ed a torto anche a scuola, grazie alla comunicazione con i telefonini e su internet”. Commenta cosi’ Elena Donazzan, assessore regionale veneto all’Istruzione, il quadro della situazione che ha fatto la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Treviso, Maria Giuliana Bigardi, che vede gli studenti della stessa provincia che non comprendono l’italiano, che hanno lessico limitato e utilizzano solo frasi brevi e verbi all’indicativo, tipo sms. ”Purtroppo – precisa Donazzan – l’evidenza di una non adeguata conoscenza della nostra lingua italiana si manifesta non solo a scuola, ma molto spesso sui giornali, in televisione particolarmente, nei test d’ingresso all’universita’, nella stesura dei testi per gli esami di stato, nella politica e comunque in tutte quelle occasioni in cui non solo la comprensione ma anche la forma sono importanti”. ”E’ all’interno della scuola – aggiunge Donazzan- che va ristabilita una forma che si tradurra’ certamente in maggiore rispetto per le istituzioni, ma anche nell’ottenimento di quei livelli di qualita’ che sono necessari per affrontare la complessita’ del mondo”. ”La conoscenza della nostra bella lingua nazionale – precisa l’assessore regionale – rappresenta anche la forza della nostra cultura. ”Ai nostri giovani oggi- conclude Donazzan-, e’ richiesto di essere preparati e di sapersi ben presentare, e l’italiano e’ una delle principali chiavi d’ accesso, quindi, anche per le stesse altre materie”.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cyber … 92966.html




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.