Scuola, arrivano i libri in dialetto

Posted on in Politica e lingue 17 vedi

Orsatti, responsabile alle Identità a Palazzo Marino, offre a medie ed elementari due ore settimanali di cultura milanese

Scuola, arrivano i libri in dialetto

Giuseppina Piano

Dal Comune un abbecedario per imparare parole e proverbi

La storia di Milano a fumetti, l´abbecedario per imparare a parlare in milanese, le canzoni di Giovanni D´Anzi e Nanni Svampa, i proverbi e i modi di dire, le filastrocche. Due ore a settimana al pomeriggio nelle classi, per un corso di cultura e dialetto che il Comune regala per la prima volta alle scuole elementari e medie che lo vorranno. A Palazzo Marino l´assessore al Turismo e Identità, il leghista Massimiliano Orsatti, ha presentato l´offerta a presidi e direttori delle scuole. Lui dice che «questa è una strada per l´integrazione». Ma starà adesso alle maestre e ai professori degli istituti decidere se accettare o meno l´iniziativa.Il corso, il primo nel suo genere tra i banchi di elementari e medie, fa parte di un pacchetto di laboratori didattici offerti dal Comune alle scuole per le lezioni pomeridiane. Per quello di milanese, nelle classi, il Comune manderà gli appassionati dell´associazione Antica Credenza di Sant´Ambrogio. Che insegneranno gratis: «Siamo un´associazione di volontari, del tutto apartitica, tra noi ci sono tanti docenti o ex docenti – dice il presidente Giuseppe Frattini – L´unico obiettivo è far conoscere ai giovani la propria città ricca di storia e di cultura». Tra i volontari dell´associazione c´è anche Pierluigi Crola, leghista e membro del cda del Piccolo Teatro, professore di inglese al carcere di Opera. Sarà uno dei curatori del nuovo abbecedario di milanese-italiano creato apposta per il corso nelle scuole, dove «la logica è quella di un libro introduttivo come per l´inglese: con lezioni tematiche per imparare parole e un po´ di grammatica». Ecco le tavole per imparare lettere e parole, ma anche disegni per sceneggiare frasi ed espressioni (i mestieri, la famiglia, i colori, i mezzi di trasporto…), i primi rudimenti di sintassi. L´abbecedario non sarà l´unico testo. Ci sarà anche una «Storia di Milano illustrata e raccontata», con fumetti che partono da quando «4000 anni fa Milano era una palude» e arrivano ai giorni nostri. Un libro che di suo ha una storia: alla fine degli anni Settanta Massimiliano Orsatti, allora studente e oggi assessore, lo ricevette in regalo da Palazzo Marino. Mostra ancora con orgoglio la copia custodita da allora. E ha convinto la casa editrice a ristamparlo.

L'Espresso

Questo messaggio è stato modificato da: Fabio_Oliva, 22 Ott 2006 – 23:15 [addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.