Ripresentata al Parlamento la legge pro Esperanto.

Posted on in L'ERA comunica 6 vedi

Senza una Lingua Federale europea solo “ripresine” economiche.

 

Ripresentata al Parlamento la legge pro Esperanto.

Con Atto della Camera n. 129 è stata ripresentata ad inizio della nuova Legislatura da Andrea Colasio della Margherita la Legge in favore della Lingua Internazionale:

“Disposizioni per la difesa della diversita’ linguistico – culturale e per l’ affermazione di valori di pace, democrazia e progresso attraverso la promozione e l’ insegnamento della lingua internazionale esperanto”.

Il testo è rimasto quello suggerito dall’associazione radicale “Esperanto” nella scorsa legislatura e il cui iter si era concluso con l’Audizione del Segretario dell’ERA Giorgio Pagano a ridosso della chiusura delle Camere.

Ora dovremo lavorare – ha dichiarato Pagano, membro anche della Direzione della Rosa nel Pugno – perché la Legge trovi ascolto e riesca a guadagnare consensi. Ritengo, però, che la necessità di una Lingua Federale condivisa costituisca per l’Europa un elemento senza il quale una nostra vera e propria corsa economica non potrà realizzarsi, con gravissimi danni all’economia degli eurocittadini e della competitività europea nel mercato globale. Auspico che di ciò i nostri parlamentari ne siano sempre più consapevoli e ci diano la possibilità di avere un’alternativa di tutti al monolinguismo anglofono di alcuni.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.