Ripresentata al Parlamento la legge pro Esperanto.

Posted on in L'ERA comunica 17 vedi

Senza una Lingua Federale europea solo “ripresine” economiche.

 

Ripresentata al Parlamento la legge pro Esperanto.

Con Atto della Camera n. 129 è stata ripresentata ad inizio della nuova Legislatura da Andrea Colasio della Margherita la Legge in favore della Lingua Internazionale:

“Disposizioni per la difesa della diversita’ linguistico – culturale e per l’ affermazione di valori di pace, democrazia e progresso attraverso la promozione e l’ insegnamento della lingua internazionale esperanto”.

Il testo è rimasto quello suggerito dall’associazione radicale “Esperanto” nella scorsa legislatura e il cui iter si era concluso con l’Audizione del Segretario dell’ERA Giorgio Pagano a ridosso della chiusura delle Camere.

Ora dovremo lavorare – ha dichiarato Pagano, membro anche della Direzione della Rosa nel Pugno – perché la Legge trovi ascolto e riesca a guadagnare consensi. Ritengo, però, che la necessità di una Lingua Federale condivisa costituisca per l’Europa un elemento senza il quale una nostra vera e propria corsa economica non potrà realizzarsi, con gravissimi danni all’economia degli eurocittadini e della competitività europea nel mercato globale. Auspico che di ciò i nostri parlamentari ne siano sempre più consapevoli e ci diano la possibilità di avere un’alternativa di tutti al monolinguismo anglofono di alcuni.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.