Rientro dei “cervelli”: La perfetta conclusione di un Piano masochista

Posted on in L'ERA comunica 24 vedi

Rientro dei “cervelli”, Giorgio Pagano: ”La perfetta conclusione di un Piano masochista”
Dichiarazione Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto

“Ogni italiano paga 900 euro l’anno per preparare i giovani in inglese, poi li facciamo scappare all’estero e infine paghiamo per farli rientrare”, commenta Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto, dopo la notizia dell’approvazione degli sgravi fiscali per i rientri dei “cervelli” in Italia.
“In sostanza, il ‘geniale’ piano consiste in:
Primo, investire sui nostri ragazzi, avendo reso obbligatorio l’inglese quale lingua di monopolio, fino a ottenere dei preparatissimi laureati anglo-italiani.
Secondo, tagliare i fondi della ricerca e non investire su questi giovani cervelli in modo che non trovino un impiego o che, se lo trovano, sia frustante. In tal modo si è certi d’aver speso inutilmente soldi su di loro, gli si dà poi come unica prospettiva il fuggire all’estero e, soprattutto, si fa in modo da rendere non solo inutile l’investimento fatto ma renderlo a vantaggio di altri Paesi europei o americani”, spiega il Segretario dell’ERA.
“Fino a ieri avremmo ritenuto questo progetto quantomeno poco lungimirante, per non dire masochista, ma oggi finalmente il governo ci ha spiegato il senso del progetto con la sua perfetta conclusione, il terzo livello: incentivi affinché i giovani rientrino! Insomma tentare di ricomprare il costoso regalo usato dagli altri Paesi.
Gli italiani non possono che essere entusiati di come i loro soldi vengano così ben spesi, operazioni come queste costituiscono il migliore incentivo alla “bellezza di pagare le tasse” come diceva Padoa Schioppa”, conclude ironicamente Giorgio Pagano.

Roma, 25 dicembre 2010




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.