Ricordando “Italianiadi”: Twittabolario, il dizionario dei neologismi, un gioco linguistico sulle orme di Dante.

Posted on in Politica e lingue 26 vedi

Twittabolario, il dizionario dei neologismi un gioco linguistico sulle orme di Dante.

Il 9 aprile il progetto sarà presentato alla Festa di Scienza e Filosofia di Foligno. Diretto dal linguista Massimo Arcangeli in collaborazione con Scritture brevi, celebrerà il sommo poeta nel 750mo anniversario della sua nascita

di MANUEL MASSIMO

Parole nuove, significati inventati, definizioni folgoranti per sorridere e riflettere sulla ricchezza della lingua italiana coniando neologismi per rendere omaggio alla figura di Dante Alighieri, nel settecentocinquantesimo anniversario dalla sua nascita. Tutto è pronto e il 9 aprile – durante la cerimonia di apertura della quinta edizione della Festa di Scienza e Filosofia di Foligno – sarà lanciato il Twittabolario, un progetto diretto dal linguista Massimo Arcangeli in collaborazione con Scritture brevi, comunità creata su Twitter da Francesca Chiusaroli. Il gioco dei neologismi proporrà ai partecipanti di contribuire alla costruzione di un dizionario di parole o significati inventati, seguendo le regole dell’enigmistica nel segno della brevità imposta dai 140 a disposizione per comporre un tweet.

Il progetto celebra il sommo poeta Dante – che come padre della lingua italiana è stato il nostro più grande onomaturgo, cioè creatore di nuove parole – e s’ispira a un’analoga iniziativa lanciata sempre in terra umbra, a Perugia, nel 2013 in occasione del Festival IMMaginario: in quell’occasione ci si doveva inventare una parola, perché ritenuta necessaria, per assecondare un capriccio o per altri motivi, accompagnandola con una breve definizione. Tra i neologismi coniati allora, tra gli altri, “mutuopista” (l’utopista che si culla nell’illusione di potersi comprare una casa con un mutuo); “gugoloso” (il supergoloso del Web, al limite della bulimia); “mortaggi” (gli ortaggi coltivati nella terra dei fuochi).

Su Scritture brevi, che rilanciò l’iniziativa perugina, il gioco continuò e furono prodotti altri esempi: “monolite” per indicare “un unico evento litigioso” e “lessico” come “gioco di parole passato in acqua fino ad un primo bollore” (significati inventati, entrambi coniati da @fattorekappa); “sonnolenza” nella nuova accezione di “detto di chi dorme non piglia pesci” e “clarisse” in quella di “scazzottate tra sorelle” (ambedue di @Ninninedda). Humour nero per “mortadella” – a indicare “appartenente alla defunta” (@avadesordre) – mentre le “regole e consigli dello scrivere bene” fanno una “EcoGrafia” (@AlbanoColmo).

Come definire affettuosamente i più assidui frequentatori del social network di microblogging del volatile blu? Gli organizzatori del progetto Twittabolario suggeriscono – nello spirito del gioco – “twittarini” (che fa rima con canarini) o “twittellini” (che richiama uccellini), così come gli stessi tweet potrebbero diventare “twittii” o “twittigolii” per assonanza con cinguettii e pigolii, i versi con cui i pennuti comunicano tra di loro. D’altra parte Twitter, con i suoi #hashtag, favorisce la creatività linguistica e l’invenzione di parole-chiave che diventano tormentoni anche fuori dal Web: lo dimostra una trasmissione televisiva cult come Gazebo su RaiTre, con la sua #socialtopten e il dialogo costante con i propri telespettatori via Twitter a colpi di risposte, retweet e preferiti.

Per partecipare alla creazione del Twittabolario bisogna innanzitutto capire e far proprie le tecniche del gioco. Gli organizzatori danno qualche suggerimento, così l’apparente strafalcione “oppinione” potrebbe essere definito semplicemente come “opinione convinta” oppure la sgrammaticata “accellerazione” come “forte accelerazione”. E “chi ha aperto un piccolo negozio di generi verbali per vendere le parole di una volta, scommettendo sulla loro qualità e freschezza” voi come lo definireste? Forse “verbivendolo”. Nuove parole ma anche significati inventati per lemmi già esistenti: così l’espressione “riscaldamento globale” potrebbe indicare anche un “impianto termico per abitazioni di dimensioni planetarie”; oppure “termovalorizzatore” quello per “conservare al caldo i rifiuti, togliendoli dalla strada e ridando così loro una dignità”.

Una giuria premierà i più creativi fra gli utenti di Twitter partecipanti con una dotazione in dizionari della lingua italiana e la premiazione si svolgerà all’interno del Futura Festival di Civitanova Marche (dal 24 luglio al 2 agosto), con cui la Festa di Scienza e Filosofia, da quest’anno, è gemellata. Intanto a novembre scorso, per celebrare il settecentociquantesimo anniversario della nascita di Dante, è stato avviato anche un progetto-laboratorio che ha invitato gli studenti delle scuole umbre a riflettere e a produrre ricerche sulla connessione tra la “Divina Commedia” e le ipotesi scientifiche formulabili a partire dal capolavoro dantesco. Gli elaborati saranno presentati a Foligno nei giorni della Festa, in linea con lo spirito che l’anima: “Virtute e Canoscenza”.
(Da repubblica.it, 6/4/2015).

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.