Rai Bolzano, componente italiana a rischio.

Posted on in Politica e lingue 4 vedi

Rai Bolzano, componente italiana a rischio.

Secondo l’emendamento presentato del senatore Svp Karl Zeller al dl n.66, la sede dovrebbe garantire il servizio pubblico radiotv nella Provincia autonoma solo in lingua tedesca e ladina.

Proteste alla Rai Alto-Adige sull’emendamento presentato del senatore Svp Karl Zeller al decreto legge n. 66 (il decreto Irpef sugli 80 euro, che deve essere convertito in legge, lo stesso che chiede 150mln di euro alla Rai ed elimina l’obbligo dell’azienda di articolarsi sul territorio con proprie sedi in ogni regione), relativo all’art. 21, quello che riguarda la Rai. «Ci sembra un atto politico di notevole rilevanza e gravità», spiega il comitato di redazione in lingua italiana, «cancellare la componente italiana dalla sede Rai di Bolzano». Secondo il testo di Zeller, la sede di Bolzano dovrebbe garantire il servizio pubblico generale radiotelevisivo nella Provincia autonoma solo in lingua tedesca e ladina. Se l’emendamento venisse approvato, ad appena un anno e mezzo dalla firma della convenzione con Rai e Presidenza del consiglio dei ministri sul finanziamento dei programmi tedeschi e ladini, si creerebbero le condizioni per far sparire dall’Alto-Adige l’informazione Rai in lingua italiana. «Si punirebbe così», secondo il cdr, «il pubblico che paga il canone anche per avere un’informazione fatta dal territorio per il territorio, a favore di tutti i gruppi linguistici, con pari dignità».
(Da e-duesse.it/, 26/5/2014).

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.