Renzi proponga a Ventotene lo sport europeo con la doppia bandiera.

Posted on in L'ERA comunica 9 vedi

10 febbraio 2012, chiusura della prima fase della Campagna dell’Associazione Radicale Esperanto per la Dimensione europea dello sport e la doppia bandiera (nazionale ed europea) nelle competizioni sportive.

Radicali (ERA): Renzi proponga a Ventotene lo sport europeo.

Il Radicale Giorgio Pagano suggerisce al Presidente del Consiglio di farsi promotore, con i rispettivi Capi di Governo francese e tedesco all’incontro del 22 agosto a Ventotene, del fatto che gli atleti europei – e intanto d’Italia, Francia e Germania – gareggino nelle competizioni transnazionali, come anche le Olimpiadi, con la doppia bandiera: nazionale ed europea. Non alterando ciò né la composizione delle squadre né altro – come ad esempio se si pretendesse di gareggiare con solo la bandiera dell’Ue – ma, certamente, dando una visibilità europea a livello internazionale della quale c’è davvero bisogno.

«Personalmente – scrive nella lettera a Renzi – mi sono occupato della questione fin dal 2008. In Italia, dopo aver a lungo lottato, manifestato e raccolto firme di olimpionici e comuni cittadini, abbiamo incassato i “Ni” di Petrucci e dell’allora Sottosegretario Crimi fino al “No” di Pescante; in Europa, invece, facendo presentare interrogazioni al PE e, infine, facendo felicemente emendare il Rapporto del catalano Fisas nel 2012 sulla “Dimensione europea dello sport”. Rapporto che all’Art. 100 parla, appunto, della opportunità di gareggiare a livello transnazionale con la doppia bandiera, nazionale ed europea».

«Lo sport è peraltro – continua il Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto – , un settore dall’enorme impatto sociale, economicamente rilevante, con effetti sull’occupazione superiori ai tassi di crescita medi, genera il 2% circa del PIL mondiale e contribuisce, altresì, in maniera rilevante a sviluppare il turismo attraverso le competizioni e gli eventi sportivi, sia nazionali che transnazionali«» .

«In questo momento – conclude Pagano –  lei ha anche la Delega per lo Sport, emanare un provvedimento in tal senso dunque dipende solo da lei. Le Olimpiadi di Rio si concludono il 21 agosto, e chissà se per il 22 a Ventotene lei avrà già potuto dare il “buon esempio”. Ad ogni modo, ci sono le Paralimpiadi dal 7 al 18 settembre 2016».




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.