Quale Costituzione?

Posted on in Europa e oltre 18 vedi

Il Manifesto del 30 ottobre 2004

EUROPA

Quale Costituzione?

Il movimento: apriamo un processo dal basso per una vera Carta europea

CARLA CASALINI

In una sede europea, ma quella del parlamento, l'assemblea organizzata ieri pomeriggio dal Movimento federalista europeo e dal Forum per la democrazia costituzionale, ha discusso di come dare corpo a una Costituzione europea, convenendo che quella di carta firmata a poca distanza nel centro di Roma dai governi nazionali, non lo è. O meglio <­<­è un trattato dei governi, privo dell'adesione della gente e della storia dei popoli>> che disegna un'Europa <­<­che non ci corrisponde perché noi vogliamo un'Europa di pace>>: Raffaella Bolini, della presidenza dell'Arci, ha posto il tema riecheggiato nelle parole de tutti i partecipanti, di associazioni e movimenti, di sindacati di partiti. Nei primi interventi, Vittorio Agnoletto ha proiettato la pace anche in chiave italiana - Berlusconi che vuole togliere dal Patto di stabilità <­<­le spese militari, non certo le spese sociali>> - per introdurre alle altre questioni cardine del dibattito sul Trattato costituzionale europeo: dove lavoro e diritti sociali sono subordinati alle <­<­necessità>> della concorrenza di mercato, dove la <­<­cittadinanza>> è preclusa ai migranti pur <­<­residenti sul territorio europeo>>. Tra i giuristi Umberto Allegretti si è espresso per un <­<­sì molto critico>> al Trattato. Così <­<­critico>> che i suoi no: al <­<­deficit democratico>>, al <­<­deficit sociale>>, alla <­<­politica estera>> che non solo costruisce il riarmo ma anche nella <­<­cooperazione internazionale>> segna un pesante deficit rispetto <­<­alle diseguaglianze di ricchezza nel globo, al rapporto Nord-Sud. Non bilanciano i <­<­sì>> in favore della Carta dei diritti fondamentali - <­<­buona anche se non vanno i passaggi su impresa e proprietà, né il sottomettere tutto agli Stati nazionali senza provare a creare una dialettica>>. Decisamente più benevolo con il Trattato Papi Bronzini, singolarmente fiducioso che cambierà le cose il protagonismo dei giudici e dei tribunali.

Più possibilista anche Monica Frassoni della presidenza dei Verdi europei, che però concorda – <­<­questa non è una costituzione né nel metodo né nei contenuti>> - con l'invito di Allegretti: <­<­Il testo firmato oggi dai contenuti>> governi è frutto di tanta fatica e compromessi, e l'ostilità degli Usa, ma certo non è una costituzione: dobbiamo chiamarlo Trattato di Roma>>. In molti perciò sostengono che il compito ora è <­<­aprire un processo differente dal basso>> per giungere a una Costituzione europea. Ma da Rifondazione Gennaro Migliore e Roberto Musacchio segnalano, contro facili ottimismi: <­<­questo trattato contraddice proprio la possibilità di aprire un processo>>. Luciano Muhlbauer, del Sincobas, traccia la via impegnativa per tentare qualunque <­<­processo dal basso>>, concordando obiettivi precisi per campagne capaci di incidere. Insiste sul <­<­cardine liberista>> della carta, che cambia <­<­modello>> per l'Europa. <­<­Liberista e patriarcale>>, rimarca Imma Barbarossa. E per Attac Marco Bersani segnala che forse proprio su questo punto <­<­non si è d'accordo fino in fondo>>. Alessandra Mecozzi, per la Fiom nazionale, riconnette il legame tra <­<­liberismo>> e guerra, <­<­riarmo>>, e articolando la ferma critica del suo sindacato si sofferma sui diritti del lavoro sviliti da questa Carta, ma <­<­già sotto attacco>>, nei contesti nazionali e dalle direttive della Commissione europea, come quella sull'orario o la Blkenstein sulla privatizzazione dei servizi sociali.
Per la Cgil è Gianfranco Benzi a ritornare, a proposito degli obiettivi da porsi, sulla scarsa inefficacia fin qui dei movimenti, dei sindacati, rispetto alla costruzione europea, per riflettere sugli obiettivi: <­<­La nostra discussione ci scopre in ritardo nell'intercettare i processi sociali. Ci ha visti troppo autoreferenziali, incapaci di coinvolgere la nostra stessa gente. E' un deficit democratico che ci interroga, come sindacati, come movimenti>>.
[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.