Putin e lo jus sermonis

Posted on in Europa e oltre 22 vedi

Russia, la nuova mossa di Putin: passaporto più facile per i russofoni
Mosca accusa Kiev: violati gli accordi di Ginevra

di Livia Di Maio – 21 aprile 2014 11:43

Sarà “più facile per i russofoni chiedere a Mosca a cittadinanza”. E’ questa la mossa del premier Vladimir Putin che, come aveva promesso, permetterà ai russofoni che si trovano negli stati dell’ex Unione Sovietica di avere un passaporto russo. Il Cremlino ha promulgato una legge che ne faciliterà l’iter burocratico.

Putin dunque ha reso concreta la sua posizione sul tema, spesso richiamato, dei cittadini russofoni sparsi nei territori dell’ex Urss. Problema che era stato più volte sollevato nel corso di quella che è stata definita “campagna ucraina”. Il segnale lanciato da Putin è chiaro e arriva forte anche in Europa e negli Stati Uniti, con i quali i rapporti sono ormai tesissimi.

Il capo della diplomazia russa, intanto, accusa Kiev di aver violato gli accordi di Ginevra e di voler innescare la guerra civile non facendo nulla per eliminare la crisi ucraina. “Gli accordi di Ginevra non specificano l’arco temporale ma le misure devono essere prese urgentemente”, ha osservato. Quanto alle dichiarazioni di Kiev, secondo cui la zona di piazza Maidan può rimanere occupata, per Lavrov è “inaccettabile”.

italia-24news.it




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.