Plauso di Giorgio Pagano alla dichiarazione del Ministro per le Politiche Comunitarie Ronchi

Posted on in L'ERA comunica 5 vedi

Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’associazione radicale “Esperanto”.

 

Il Ministro per le Politiche Comunitarie Ronchi, nel corso del suo intervento al Consiglio dell’Unione Europea sulla competitività, ha ribadito che il Governo italiano non intende più partecipare alle riunioni nelle quali non sia previsto l’uso della lingua italiana.

Era ora che si difendesse la lingua e della cultura italiana dalla distruzione che passa attraverso un’idea antidemocratica dell’unificazione europea e dell’internazionalizzazione!

Ma la discriminazione linguistica è ormai presente sempre di più anche nelle nostre Università: il Ministro Ronchi sa, ad esempio, che ci si può laureare in Ingegneria tessile al Politecnico di Torino solo in lingua inglese e non più in lingua italiana?

Ritengo che il Ministro debba aprire anche un grande dibattito in Italia ed in Europa su come si possa lavorare in una prospettiva di integrazione che non passi attraverso la distruzione linguistico-culturale dei popoli non anglofoni.

Questo messaggio è stato modificato da: Ufficio_Stampa, 02 Dic 2008 – 16:05

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.