Piano per salvare l`euro con l`oro tedesco

Posted on in Europa e oltre 20 vedi

Piano per salvare l`euro con l`oro tedesco
Proposta dei G20 a Berlino. No della Merkel e della Bundesbank

DAL CORRISPONDENTE ANDREA TARQUINI

BERLINO -Assalto all`oro della Bundesbank in nome della salvezza dell`euro. Il piano è stato discusso all`ultimo G20 a Cannes, scriveva ieri la Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, e solo la decisa opposizione del presidente della "Ruba", Jens Weidmann, lo ha bloccato dopo un durissimo scontro dietro le quinte tra la Germania – con Weidmann come vero condottiero – e le altre grandi potenze del mondo libero. Ma oggi l`idea potrebbe tornare all`ordine del giorno alla riunione dell`Eurogruppo. Il governo federale smentisce, ma ammette di «conoscere il piano». E l`ipotesi di compiere un passo così decisivo contro la sovranità degli Stati nazionali a vantaggio dell`Europa, proprio toccando decenni dirisparmi che costituzionalmente e di fatto appartengono solo ai cittadini tedeschi, crea allarme e indignazione a Berlino.
Proprio mentre ieri sera il governo Merkel annunciava tagli alle tasse per 6 miliardi di euro, soprattutto per i redditi bassi e medi. Una misura pro-crescita che scatterà in due fasi: due miliardi di tagli nel 2013 e gli altri 4 nel 2014. Ma gli sgravi rischiano il fuoco di sbarramento dell`opposizione al Bundesrat (Camera degli Stati) dove il governo non ha la maggioranza.
«Conosciamo il piano sull`oro, ma lo respingiamo», ha detto il portavoce della Cancelliera, Steffen Seibert. Di un piano conosciuto si è dunque discusso. Bastava leggere ieri la Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung (edizione domenicale dell`autorevole e attendibile Faz) e Welt am Sonntag, per capirne i dettagli. L`idea, scrivono i media qui, è stata caldeggiata dai presidenti americano e francese, Obama e Sarkozy, e dal primo ministro britannico, David Cameron, evidentemente in colloqui con Angela Merkel. «I governi francese e tedesco», scrive la Frankfurter, «progettano un attacco all`indipendenza della Bundesbank. Il loro obiettivo sono le riserve in oro e valuta accumulate in decenni, e che sono proprietà dei cittadini tedeschi». L`idea è quella di aumentare di almeno 15 miliardi di euro le garanzie tedesche per il Fondo salva-Stati, grazie appunto alle riserve auree. Qualcosa di simile ai Diritti speciali di prelievo del Fondo monetario internazionale (Fmi), i quali sono una sorta di valuta artificiale con cui l`Fmi soccorre paesi in difficoltà. Il ruolo di soccorritore, secondo le indiscrezioni del piano, andrebbe conferito alla Banca centrale europea, guidata da Mario Draghi.

La Repubblica, pag 11
7 novembre 2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.