Peru’: continua il clima di tensione per i Popoli Indigeni

Il Ministro della Giustizia peruviano ha deciso di sciogliere la principale organizzazione indios della Amazzonia, ritenendolo responsabile degli episodi di violenza che si sono svolti a giugno. La comunità indios per protestare contro lo sfruttamento delle risorse naturali delle loro terre, agli inizi dello scorso giugno aveva scelto di occupare una strada dell’Amazzonia. Per disperdere i manifestanti la polizia peruviana era intervenuta con gli elicotteri e i lacrimogeni e il bilancio degli scontri era stato drammatico: trentaquattro morti, tra cui diversi agenti. Gli indios avevano poi preso in ostaggio trentotto uomini dei reparti speciali.

L’Aidesep, l’associazione interetnica di sviluppo della giungla peruviana, che raggruppa 1.350 comunità indios, ha dichiarato di essere vittima di una persecuzione giudiziaria e che la decisione del Ministro va contro lo spirito di riconciliazione e il dialogo che si era tentato di riprendere dopo i fatti di giugno.

Fonte: www.peacereporter.it[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.