Parole: “cinismo”, “cinico/a”.

Posted on in Politica e lingue 7 vedi

La parola.

Il termine cinismo (dal latino tardo “cynismus”, greco “kynismòs”) indica la qualità di un “cinico”. “Cinico” viene dal latino “cynicos” e dal greco “kynicòs”, a sua volta derivato da “kyon” (genitivo: “kynòs”) “cane”; “cinico” significa dunque propriamente “canino, simile al cane, che imita il cane”, per il rifiuto professato nell’antica Grecia dai cinici per le istituzioni sociali e per le convenienze. Il riferimento è a Diogene di Sinope, il discepolo di Antistene che per primo ebbe tale soprannome. Secondo il vocabolario Treccani il termine “cinico” indica appunto un “seguace del movimento filosofico dei cinici, iniziato ad Atene da Antistene nel IV secolo a.C e protrattosi fino al IV-V secolo d.C. che predicava l’esclusione di ogni desiderio che comprometta l’autonomia dello spirito. Il rifiuto di tutto quanto possa comportare aumento di bisogni, e cioè di ogni cultura e civiltà, la negazione della religione tradizionale, delle istituzioni sociali e delle consuetudini vigenti, e quindi l’ostentazioni di costumi naturali e animaleschi”.
( Da La Lettura (Corriere della Sera), 19/4/2015).

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.