Parlamento Europeo, agenda 2013: un anno pieno di novità. Ecco le principali

Posted on in Europa e oltre 5 vedi

Si prospetta un anno pieno di cambiamenti per il Parlamento europeo e per tutti gli stati mebri dell’Unione europea. È da poco iniziato il 2013 e si prospetta già un agenda fitta di impegni e di novità; prima tra tutte l’annessione della Croazia, che dovrebbe entrare nella Comunità europea il primo luglio prossimo. Tanti i problemi da risolvere e gli obiettivi da raggiungere, il più importante dei quali è di certo la ripresa economica. Il parlamento europeo si occuperà per prima cosa di attuare riforme per il rilancio economico e l’adozione del nuovo quadro finanziario europeo 2014-2020. Ma tante sono anche le proposte legislative che cambieranno la vita dei cittadini degli stati mebri; si contano già più di 60 le proposte di legge da esaminare.
Economia
Cercare di mettere fine, o almeno arginare la crisi economica è il primo obiettivo dei lavori del parlamento comunitario. Per farlo è sono necessarie misure di rilacio dell’economia, di politiche volte all’aumento dell’occupazione e di sostegno all’imprenditorialità. In agenda anche l’accordo sulla vigilanza bancaria che sarà nuovamento discusso dal Parlamento nel corso dell’anno. Si affronteranno anche temi quali la governance per l’eurozona, i servizi finanziari, il ruolo delle agenzie di rating, il requisito minimo per le banche e l’evoluzione del mercato unico.
Piano pluriennale
Il parlamento dovrà negoziare con il Consiglio e la Commissione il piano finanziario pluriennale 2014-2020. Questo riguarda anche i provvedimenti relativi alla spesa necessaria per la ripresa economica, come i fondi strutturali e il finanziamento per la nuova politica agricola comune.
Di fondamentale importanza anche gli investimenti per la ricerca e la crescita, per i trasporti e le infrastrutture; il parlamento ha già annunciato l’indisponibilità a scendere sotto i 1.031 miliardi di euro indicati dall’escutivo comunitario.
Trasporti
L’agenda politica del Parlamento prospetta grosse novità anche per il settore dei trasporti. Il parlamento discuterà infatti i nuovi limiti di Co2 per le auto, cercando di favorire il rallentamento del cambiamento climatico. Altre riforme interesseranno la legislazione sui diritti dei passeggeri e il comparto ferroviario: il parlamento discuterà provvedimenti volti a favorire una maggior competività sul mercato.
Altre novità
Cambiamenti anche per i fumatori: il parlamento metterà in pratica proposte per disincentivare il fumo. Nuove pubblicità, e divieto di vendita del tabacco on-line o tramite distributori automatici.
Altre proposte sono legate agli alimenti Ogm, alla protezione della privacy e a politiche in favore della presenza delle donne nel mondo del lavoro con aiuti per la maternità.

Da: http://www.forexinfo.it 14/01/2013




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.