Paraguay: pesticida contro gli indigeni, feriti in ospedale

PARAGUAY: pesticida spruzzato contro 200 indigeni, feriti in ospedale

Venerdi’ scorso la comunita’ degli Ava Guarani’, abitanti indigeni di un’area del Paraguay orientale ai confine col Brasile, ha rifiutato di evacuare la propria terra sotto la pressione dei coltivatori di soia. Dopo alcuni scontri un liquido e’ stato spruzzato da elicotteri a bassa quota, sopra abitazioni, persone e coltivazioni, causando malesseri di massa e il ricovero in ospedale di una decina di indigeni.

Un ordine di sfollamento degli indigeni era stato previsto per venerdi’, ma il procuratore distrettuale ne aveva cancellato l’esecuzione.
Il Ministro della Salute del Paraguay ha affermato che, secondo gli indigeni, la cancellazione del mandato di esecuzione ha scatenato l’ira dei produttori di soia che si sono recati con dei camion per eseguire da se’ lo sfollamento. Secondo Amnesty International erano 50 gli uomini contro i quali gli Ava Guarani’ hanno opposto resistenza, usando archi e frecce.
La polizia era presente ed ha limitato l’escalation di violenza negli scontri, che sono stati pero’ seguiti poco dopo dall’arrivo di aereoplani che hanno sorvolato a bassa quota le coltivazioni e le abitazioni spruzzandovi del liquido.
Il governo del Paraguay ha espresso il timore che si trattasse di diserbante, ad ogni modo, dopo essere stati sottoposti al liquido, i 200 Ava Guarani’ hanno presentato in massa sintomi di malessere.
Una inchiesta ufficiale verra’ svolta dal governo del Paraguay.

Le comunita’ indigene in Paraguay
Secondo lo studio dell’Universita’ del Maryland, in Paraguay ci sono 17 comunita’ indigene, divese in cinque gruppi linguistici: i Mascoi, Mataco, Zamuco, Guarani a i Guaykuru. Queste comunita’ vivono lungo il Fiume Paraguay , nell’area dal Chaco ad ovest e lungo in confine col Brasile ad est. La maggior parte della popolazione indigena si trova nel Chaco (circa il 50%), mentre la popolazione di lingua Guarani’ si trova soprattutto ad est. Circa il 95% dei Paraguayani sono meticci, ossia con sangue indigeno mescolato a quello di avi spagnoli e Amerindi. Nonostante la lingua ufficiale del Paraguay sia lo spagnolo, la maggior parte della popolazione paraguayana parla piu’ fluentemente il Guarani’. Lo spagnolo viene usato soprattutto per i discorsi ufficiali, mentre il guarani’ viene preferito nel parlato quotidiano. Nonostante la diffusione del Guarani’, la maggior parte dei paraguayani non si considera di origine indiana e pratica una cultura completamente ispanizzata.
Secondo lo studio dell’universita’ del Maryland, gli indigeni del Paraguay hanno perso un quantitativo sempre piu’ ingente di territorio in cui praticare la caccia, sin dal 1700, a favore degli agricoltori, arrivando spesso ad ottenere in cambio lavori sotto pagati col risultato che al giorno d’oggi i popoli indigeni in Paraguay costituiscono una delle fasce piu’ povere della societa’. Secondo lo stesso studio, gli indigeni vennero inoltre privati legalmente del diritto di voto, e, discriminati al punto che, fino agli anni Settanta, non era considerato un crimine uccidere un “indiano”.
Recentemente alcune azioni legali hanno portato ad un maggiore riconoscimento dei diritti degli indigeni del Paraguay, ma l’applicazione delle norme resta ancora difficile.
Alivello internazionale il Paraguay ha votato a favore della Dichiarazione dei diritti dei Popoli Indigeni, approvata dall’Assemblea Generale nel 2007. Secondo la dichiarazione nessuna decisione relativa alle risorse e ai territori dei popoli indigeni puo’ essere intrapresa senza il loro consenso prioritario, libero e informato.
La Corte Interamerciana dei Diritti dell’Uomo ha inoltre ordinato al Paraguay, nel 2005, di riconsegnare a due popoli indigeni le loro terre ancestrali, ma fino ad oggi non e’ ancora chiaro quando verra’ effettuata la riconsegna dei territori.
A livello nazionale l’Istituto Indigeno Paraguaiano, ente statale, ha acquistato 2.638 ettari di terra per conto degli indigeni nel 1996, ma i proprietari terrieri hanno intrapreso azioni legali contro cinque comunita’ indigene che abitano da tempi ancestrali quei territori.

Fonte:CNN, 11 novembre 2009

Questo messaggio è stato modificato da: Federica, 11 Nov 2009 – 10:32 [addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.