Notizie: I RADICALI CHIEDONO ALL’ONU UNA CONFERENZA MONDIALE DELLE LINGUE.

Posted on in Notizie ERA 4 vedi

   I RADICALI CHIEDONO ALL’ONU UNA CONFERENZA MONDIALE DELLE LINGUE.
 
 
   Ginevra, 17 aprile 2004.

A seguito della presentazione di una dichiarazione ufficiale per la 60 sessione del Comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite, il Partito Radicale Transnazionale ha organizzato e tenuto venerdi 16 aprile, nella sede ginevrina dell’ONU, una Conferenza dal titolo “Subito una Conferenza mondiale delle lingue”.
La conferenza è durata oltre due ore ed è stata tenuta da Lapo Orlandi dell’Associazione Radicale “Esperanto” e dal Presidente del Comitato Europeo per la sperimentazione dell’esperanto nella scuola e esperto di economia linguistica dell’Università di Ginevra, Michele Gazzola.
 
I relatori hanno illustrato le ragioni dell’urgenza di una tale Conferenza, sotto l’egida delle Nazioni Unite, e proposto la costituzione di un Comitato Promotore che possa portare a risultati positivi già nel corso dell’anno.
 
In particolare, sono state ricordate le denuncie oramai decennali dei principali linguisti del mondo, fatte successivamente proprie dall’UNESCO, sul genocidio linguistico a cui l’Umanità sta andando incontro ed è stato sottolineato come di fronte all’imperialismo linguistico americano, che secondo la stessa stampa anglofona si approfitta del bisogno di una globalizazzone della comunicazione, le politiche linguistiche fin qui adottate o perseguite dagli Stati o dalla comunità internazionale si siano rivelate impotenti.
Occorre pertanto studiare nuove soluzioni politiche, anche per far fronte alle tante discriminazioni che l’egemonia linguistica dell’angloamericano sta producendo, a cominciare da quella vera e propria “tassa sulla lingua” che tutti  i cittadini devono pagare in particolare in termini di trasferimenti di risorse alle economie dei paesi anglofoni, primi fra tutti Stati Uniti e Gran Bretagna.
 
Infine sono state ripercorse le tappe fondamentali che negli ultimi 70 anni hanno fatto dell’esperanto, dai primi importanti riconoscimenti internazionali di quella Società delle Nazioni che proprio a Ginevra aveva la sua sede fino ai giorni nostri, la più credibile tra le soluzioni politiche strutturali del sistema, anche e sopratutto sotto il profilo della convenienza economica di tutti.
 
Al termine della Conferenza è seguito un lungo e vivace dibattito a cui hanno preso parte molti dei partecipanti, tra cui alcuni funzionari delle Nazioni Unite, che si sono detti molto interessati all’idea della Conferenza.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.