Norme antiscalata: Italia sempre più merce e non cultura

Posted on in L'ERA comunica 1 vedi

[fimg=left]https://www.eraonlus.it/4/giorgio_pagano.gif[/fimg]Norme antiscalata, Pagano (Radicali/ERA): “Italia sempre più merce e non cultura”
Dichiarazione di Giorgio Pagano – Radicali/ERA

“L’Italia è sempre più merce e meno cultura: senza identità e dignità è impossibile costruirsi un ruolo sovranazionale”, ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario della Associazione radicale “Esperanto”.
“Favoriamo l’inglese, incentiviamo la scalata alla lingua, alle menti; apriamo un mercato enorme ai Paesi angloamericani, lo allarghiamo a dismisura, e poi? Poi chiudiamo al mercato francese, con un protezionismo che storicamente ha fallito e che ha dimostrato la sua cecità proprio nei confronti delle aziende francesi con la disastrosa vicenda Alitalia”, ha sottolineato Pagano.
“Il governo applica il protezionismo alle merci e taglia sulla cultura pagata da tutti gli italiani, rendendola preda, più che merce, degli altri Paesi, ma la logica vuole che si faccia l’opposto: il protezionismo verso la propria cultura, investendo su di essa in modo da creare innovazione, merci sempre nuove e competitive da scambiare ed esportare in un mercato aperto. Il Risorgimento di oggi è quello per la Patria europea, bisogna abbattere i confini con gli Stati UE e promuovere la lingua federale, per creare fucine nazionali indipendenti e sovrane che si rafforzino a vicenda paritariamente invece di predarsi l’un l’altra”.

Roma, 19 marzo 2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.