No al test di francese per rilasciare i permessi di soggiorno

Posted on in Politica e lingue 10 vedi

Aosta Oggi.it

"No" al test di francese per rilasciare i permessi di soggiorno

15/12/2010

AOSTA. Per l’ottenimento del permesso di soggiorno, uno dei requisiti obbligatori è la conoscenza della lingua italiana. Lo prevede il decreto del Ministro degli Interni che ha disposto lo svolgimento di appositi esami che, però, non tengono conto del particolarismo linguistico della Valle d’Aosta. Ne ha parlato oggi, durante la seduta del Consiglio regionale, il consigliere del gruppo Alpe Alberto Cerise, per conoscere «se siano state adottate specifiche misure di adeguamento in relazione al regime di bilinguismo» valdostano.

L’attivazione di un test alternativo che accerti la conoscenza del francese potrebbe semplificare l’ottenimento delle carte di soggiorno soprattutto per gli immigrati provenienti dai paesi africani.

Nella riposta in francese, il presidente della Regione, Augusto Rollandin, ricordando che la questione è di diretta competenza dello Stato, ha riferito che la Provincia di Bolzano ha preso in considerazione l’introduzione di esami per la lingua tedesca. Questi, però, saranno «facoltativi e senza alcun effetto per l’ottenimento del permesso di soggiorno» e «non costituiranno un titolo preferenziale per essere assunti nell’amministrazione pubblica della Provincia». Motivo per cui la Valle d’Aosta non istituirà prove di conoscenza del francese.

Il consigliere Bertin, replicando, ha invitato la Regione a «porsi il problema visto» anche «per evitare fenomeni che potrebbero essere impattanti».

redazione – e.g.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.