Monti in Russia faccia innovazione politica e promuova accordo di Associazione all’UE

Posted on in L'ERA comunica 1 vedi

Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.

La globalizzazione non si può solo subire, va anche cavalcata e rintuzzata. L’Italia come paese fondatore dell’Unione deve divenire artefice e promotore della entrata in accordo di Associazione della Russia e della CSI con l’Unione Europea – ha esordito il dirigente Radicale. 

La cultura europea, le avanguardie storiche alla base della modernità del continente, sono impensabili senza la cultura russa, basti pensare a nomi come Majakovskij, Malevich, Tatlin, Tchaikovsky, Mussorgskij, Cechov, Tolstoj, Pasternak, Puškin o Solženicyn, tanto per citare i primi che vengono in mente.
È inconcepibile che si vada avanti ancora solo con accordi commerciali con un grande Paese che al momento ha, oltretutto, ben tre stati europei confinanti e la cui Associazione all’Unione costituirebbe per entrambi un allargamento e consolidamento della democrazia nonché uno scenario inedito per il mercato mondiale – ha proseguito il Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto.

Oggi l’Europa può essere l’ago della bilancia negli equilibri mondiali e necessita di statisti non solo nazionali bensì europei – ha concluso Giorgio Pagano.




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.