MINORANZE: CONSIGLIO AUTONOMIE, SI’ A TUTELA LINGUA TEDESCA

Posted on in Politica e lingue 24 vedi




(AGI) – Udine, 14 set. – Con la proposta di legge in materia di tutela e promozione delle minoranze di lingua tedesca, alla quale ha oggi dato il via libera il Consiglio delle Autonomie locale, riunitosi a Udine, si chiude idealmente il cerchio riguardante la valorizzazione delle minoranze linguistiche presenti sul territorio regionale: dopo l'approvazione delle norme per la tutela della minoranza slovena (LR n.26/2007) e quelle relative alla valorizzazione della lingua friulana (LR 29/2007), si prospetta ora il riconoscimento e la tutela anche delle comunita' germanofone del Friuli Venezia Giulia. Le aree interessate da questo provvedimento, che e' stato presentato dal consigliere regionale Franco Baritussio (Pdl), sono i tre Comuni della Valcanale (Tarvisio-Tarvis, Malborghetto-Malborgeth e Valbruna-Wolfsbach) e due della Carnia (Sauris-Zahre e la frazione di Timau-Tischlbong di Paluzza), dove sono presenti le antiche popolazioni tedesche, che si sono sviluppate nel corso dei secoli come isole linguistiche. “Senza uscire dal seminato della legge nazionale 482/1999, si tratta di una norma sobria, snella ed efficace, che va a colmare un vuoto. E' una legge, che fa, ad esempio, tesoro dei punti oggetto dell'impugnativa riguardante la tutela del friulano e piu' che indicare obblighi offre opportunita'”, ha commentato Baritussio, che nella dettagliata illustrazione si e' soffermato sul principio ispiratore dello Statuto regionale in materia del patrimonio linguistico da sostenere.


(AGI) – Udine, 14 set. – Il testo della norma e' formato da 17 articoli, che comprendono la possibilita', data a chi parla il tedesco nei Comuni in questione, di rivolgersi nella propria lingua agli uffici della P.A. (gli sportelli linguistici sono gia' attivi nei Comuni interessati). Egualmente, saranno gli stessi Enti locali a decidere se e come utilizzare il tedesco nella toponomastica e per la segnaletica stradale, fermo restando il principio dell'ufficialita' della lingua italiana. La proposta di legge parla poi della diffusione della lingua e della cultura tedesca nelle scuole, dove vivono le citate minoranze linguistiche e prevede l'attuazione ed il potenziamento degli impianti di diffusione del servizio pubblico radio-televisivo e convenzioni specifiche con emittenti private per programmi in lingua tedesca. E' inoltre prevista l'istituzione di una Commissione e di un fondo regionali necessari per supportare le attivita' di tutela delle minoranze tedesche. Il relatore della legge Baritussio ha spiegato come l'approvazione della norma non comportera' maggiori oneri per le istituzioni. “I vari capitoli di spesa esistenti si raccolgono in questo modo in un testo unico, che sara' da stimolo alle attivita' in questione. La legge, inoltre, si rivelera' utile allo scopo del mantenimento della specialita' della nostra Regione, come anche nel caso di un eventuale riordino dei rapporti Stato-Regione in materia della fiscalita' di vantaggio”, ha concluso Baritussio, la cui proposta di legge porta la firma di 17 consiglieri regionali.http://www.agi.it/trieste/notizie/200909141849-cro-rts0020-minoranze_consiglio_autonomie_si_a_tutela_lingua_tedesca_2

Questo messaggio è stato modificato da: annarita, 15 Set 2009 – 21:45 [addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.