Marcia internazionale popoli oppressi: Carta UE delle minoranze non ancora ratificata dal governo

Posted on in L'ERA comunica 20 vedi

Marcia internazionale popoli oppressi, Pagano (Radicali/ERA): «Carta UE delle minoranze non ancora ratificata dall’Italia»

Dichiarazione di Giorgio Pagano Radicali/ERA

«Come Associazione Radicale Esperanto prendiamo l’impegno di lavorare affinché il governo italiano ratifichi la Carta europea delle lingue regionali e minoritarie». Lo ha dichiarato Giorgio Pagano, Segretario dell’Associazione Radicale Esperanto, nel corso di un’intervista rilasciata, durante la Marcia internazionale per la libertà dei popoli oppressi, a Tv Radicale.

«Il governo italiano deve contribuire alla tutela delle oltre cento minoranze in Europa per alzare ulteriormente la soglia di attenzione verso i popoli oppressi di tutto il mondo, come i tibetani o gli Uiguri. Nel corso dei suoi quasi 25 anni di attività, la nostra Associazione si è battuta per la difesa dei diritti fondamentali dei popoli indigeni anche in sede ONU, quindi abbiamo familiarità con situazioni di questo tipo e conosciamo l’importanza di una linea giuridica unitaria da parte di tutti i paesi membri dell’Unione Europea, incluso il nostro”, ha aggiunto Pagano.

“Ovviamente la difesa delle lingue minoritarie non può prescindere da una lotta alla colonizzazione linguistica inglese, in merito alla quale ci aspetta l’appuntamento con Robert Phillipson e il suo “L’imperialismo linguistico inglese continua” da noi pubblicato e che presenteremo il 26 ottobre alle 11.30 alla Sala Stampa della Camera.

Contro la colonizzazione abbiamo bisogno di una lingua federale europea che tuteli i popoli oppressi linguisticamente e la democrazia nella comunicazione», ha concluso Pagano.

Roma, 25 ottobre 2011




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.