L’Unione europea?E’ soltanto un fantasma

Posted on in Europa e oltre 4 vedi

L’Unione europea?

E’soltanto un fantasma

PALERMO.(sato) Un’ Europa che non appassiona la gente “perché non è fatta per i cittadini”,un’Europa assente persino dal dibattito politico sulle elezioni per il Parlamento di Strasburgo,un’Europa che,senza mezzi termini,è “un fantasma”. E’ questo il tema del nuovo libro di Daniele Capezzone,segretario dei Radicali.”Euroghost,un fantasma si aggira per l’Europa:l’Europa” è l’esplicito titolo del lavoro edito da Rubettino presentato ieri pomeriggio a Roma nella sede del Partito Radicale.

Il libro di Capezzone è un’analisi alquanto spietata dei limiti dell’Unione europea,corredata da un’abbondante quantità di dati e tabelle che mirano a confermare le tesi esposte nel libro. Quelle di un’Europa lontana dai cittadini e troppo lontana dal modello auspicato dai radicali,quello degli “Stati Uniti d’America e d’Europa”,cioè di una rinnovata alleanza transatlantica. L’obiettivo,ci spiega l’autore,è “quello che i radicali chiamano organizzazione mondiale della democrazia”.

Una perifrasi che dovrebbe sostituirsi alla Nazioni Unite per come le abbiamo conosciute fin qui?

“Si parla di un criterio per riorganizzare le Nazioni Unite. Ecco,dentro l’Onu occorre che le democrazie si rivelino capaci di collaborare insieme,finora ci sono riusciti solo gli Stati Uniti non democratici,che in più di un’occasione hanno saputo fare blocco”.

Lei parla di nuovi rapporti tra Stati Uniti ed Europa.Ma questo sottintende anche un rinnovamento dell’Europa…

“Certo,se questa è solo l’Europa “zapatera”,come hanno scritto i giornali americani,allora la svolta non ci potrà essere”.

Nessuna critica alla politica estera dell’amministrazione Bush?

“Io all’amministrazione americana muovo critiche ben diverse da quelle che si sentono in giro.Il problema è che Washington sta dimenticando uno dei capisaldi dell’11 settembre,si sta concentrando solo sull’Iraq,dimenticando Iran,Siria ,Arabia. Non è necessario uno strumento militare per questi Paesi,ma sarebbe importante puntare sulla comunicazione,perché non ci sia solo Al Jazira,ma si dia anche una voce ai democratici arabi”.

E quanto all’operato dei governi europei più vicini a Washington,che idea si è fatto?

“Do atto a Berlusconi della sua giusta scelta di campo atlantica.

Il problema è come si sta in campo. Berlusconi ha ignorato tutto il patrimonio di proposte in politica estera dei radicali,come l’ingresso di Israele e Turchia nell’Unione europea. Così si è solo sostenitori e non alleati degli Stati Uniti”.

E chi è invece,a suo modo di vedere,un alleato vero?

“Tony Blair,senz’altro,il leader di una sinistra che sa vincere”.

Eppure sembra che stavolta i suoi elettori non lo stiano seguendo,molti osservatori lo danno al capolinea…

“Io credo che andrà avanti,è stato dato per morto molte volte,ma lui è uno che sa andare in tv e spiegare alla gente le sue scelte.Quanto agli altri alleati degli Usa,credo che la storia si incaricherà di mettere nella giusta luce il ruolo giocato da Aznar e dai Paesi della nuova Europa,che dopo aver provato il giogo comunista certo non si accorderanno a un nuovo fronte antiamericano”.

Lei è molto duro con Francia e Germania.Perché?

“Francia e Germania si sono mosse in un modo che giudico infame.

Non hanno messo un uomo o un soldo per la ricostruzione in Iraq,vogliono togliere l’embargo di armi alla Cina,sono contrarie all’ingresso della Turchia in Europa…”.

A proposito,leggendo il suo libro viene da chiedersi:dove è l’Europa?

“Non c’è. Non se ne parla nemmeno per queste elezioni. Si vota per il Parlamento europeo,eppure nessuno ne parla. In Europa non esiste un luogo democratico dove si prendono decisioni. Tutto viene deciso in riunioni segrete del Consiglio,è una cosa tecnicamente eversiva. Io vorrei un’Europa dove si può votare un presidente dell’Unione europea,come in America”.

Non parla molto bene della bozza di Costituzione europea proposta dalla Convenzione…

“E’ un mostriciattolo.Basta fare il confronto col suo equivalente americano per capire come non sia fatta per i cittadini”.

Salvo Toscano

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.