L’Ontario (Canada) cancella i corsi d’italiano nelle scuole.

Posted on in Politica e lingue 32 vedi

Esteri – Il caso.

Una lingua piccolina in Canada.

L’Ontario cancella i corsi di Italiano dalle scuole. E da Roma tutto tace.

Il Canada pullula di immigrati di origine italiana, legatissimi alle terre di origine anche ora che sono alla terza generazione. eppure l’Italia viene considerata poco o niente da quelle parti, complice anche una politica estera che gli ultimi governi hanno mandato a ramengo.
E ora dallo Stato dell’Ontario arriva anche la notizia – riportata dal quotidiano online Il Cittadino canadese – che c’è l’intenzione di annullare i corsi di lingua italiana dalle scuole.
Durante il Business excellence Awards – un evento organizzato dalla Camera di Commercio italiana in Ontario – l’Ambasciatore italiano Gian Lorenzo Cornado si è quindi all’autorità scolastica locale in difesa dell’insegnamento della nostra lingua.
La cancellazione sarebbe oltre modo gravosa per oltre 8.500 studenti, distribuiti in 23 scuole, e che seguono ben 400 corsi integrati di lingua italiana.
“Si tratta di una decisione che arrecherebbe grave danno alla lingua italiana, alla cultura italiana e alla stessa comunita” italo-canadese”, ha detto l’ambasciatore, sottolineando che una simile scelta “risulta ancor più incomprensibile alla vigilia dell’Italian Heritage Month che si appresta ad essere celebrato in Ontario. L’italiano costituisce oggi la quarta lingua più insegnata al mondo: non solo e” parlata da un milione e mezzo di italo-canadesi ma è anche e soprattutto la lingua della cultura, la lingua di tutti quei giovani che nella loro attività professionale presente e futura avranno rapporti con l’Italia, oltre che la lingua di un Paese G7 amico, alleato, partner commerciale del Canada e protagonista insieme al Canada sulla scena internazionale”.
L’Ambasciatore, come riporta ancora il giornale online della comunità italo-canadese, ha quindi sollecitato la stessa comunità ad appoggiarlo: “Gli italo canadesi sono cittadini, contribuenti ed elettori in questo Paese, e in quanto tali, hanno il diritto di decidere la destinazione dei fondi raccolti con le loro tasse ed hanno il diritto di chiedere ai loro rappresentanti a livello provinciale e scolastico il mantenimento dei corsi di lingua italiana per i loro figli, affinché questo straordinario patrimonio linguistico e culturale possa essere trasmesso alle future generazioni”.
ig tr
(Da ilgiornaleditalia.org, 9/6/2016).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.