Londra candida Blair alla Ue- All`Italia cinque commissioni nell`Europarlamento appena eletto

Posted on in Europa e oltre 9 vedi

Strasburgo.
Il governo inglese ufficializza il sostegno all`ex premier per la futura presidenza del consiglioLondra candida Blair alla UeAll`Italia cinque commissioni nell`Europarlamento appena elettoAdriana CerretelliSTRASBURGOIl suo nome circolava da tempodietro le quinte. Anzi, c`era giàchi dava per fatta la sua nomina aprimo presidente stabile del Consiglioeuropeo con l`entrata in vigore,se tutto andràbene, delTrattatodi Lisbona. Nessuno però siaspettava che ieri, nel bel mezzodella sessione inaugurale dellanuova curo-legislatura, dove la ri=conferma dijosé Barroso allaguidadella Commissione si profilatutta in salita, il ministro inglesedegli affari europeiufficializzasseper la prima volta la candidaturadi Tony Blair.Nessuno sel`aspettavanon fossealtro per una questione di opportunitàe tempistica: il 2 ottobregli irlandesi decideranno seratificare o no ilTrattato. Formalizzareuna candidatura per unacarica che esisterà solo se ci saràil via libera di Dublino, oltre le trefirme che ancora mancano (polacca,tedesca e ceca), appare biz-zarro da parte di un paese dalladiplomazia ipercollaudata comela Gran Bretagna.«Questa è la posizione del Governo»,ha dichiarato ieri la baronessa Glenys Kinnock. «Sono sicurache non la prenderebbe senzaaver prima chiesto il parere di Blair».Poi il ministro ha sottolineato«la forza di carattere e la statura»UNA POLTRONA CHE NON C`ÈLa figura è previstadaltrattato di Lisbona,che deve ancora essereapprovato dall`IrlandaNuove difficoltà per Barrosodell`ex-premier inglese. «È conosciuto,nel nuovo ruolo avrebbe rispettoe un consenso generale».Finora il Governo di Londra erastato molto cauto. A domanda replicavaregolarmente che larispostaera «prematura». Perché la repentinasvolta? Fonti britannichebene informate parlano di”unavocedal sen fuggita” che nonsìvuolesmentire per non amplificare l`incidente.C`è però anche chi ipotizzauna mossa diabolica da partedel barcollante premier GordonBrown che punterebbe così a polverizzarele chances europee delsuo eterno rivale. Magari per farsiavanti a sua volta, quando usciràdaDowningStreet.Se non fosse una gaffe ma unagioco calcolato, la discesa incampo di Blairporterebbe alla lucedel sole la partita delle curopoltrone,finora giocata dietro lequinte, per la spartizione dellepresidenze di Commissione eConsiglio oltre alla nomina del” rninistroidegli Esteri` europeo.Si aprirebbe cosìil vaso di Pandora,complicando la riconfermadi Barroso (Ppe) che, pur avendoil consenso unanime dei27 governiUe, è in difficoltà all`Europarlamentoche, previo accordotra popolari, liberali e socialisti,ne ha rimandato l`investitura asettembre. O più tardi. A menoche il laburista Blair non diventil`arma di pressione sui socialistiper convincerli a rompere gli indugisu Barroso. Il tutto in un Europarlamentomolto meno governabileche in passato.Nella nuova legislatura appenaincominciata l`Italia, oltre aidue vice-presidenti dell`Assemblea(contro i tre della precedente),avrà cinque presidenze dicommissioni (due nella precedente).Al Pdl andranno quellaesteri per Gabriele Albertinie petizioniper Elisabetta Cardini. Affaricostituzionali per Carlo Casini(Udc). Oltre alla guida delle delegazionicon la Cina per CrescenzioRivellini e con il KazakhstanperPaolo Bartolozzi.Il Pd conquista una sola presidenza,quella della commissioneagricoltura per Paolo de Castroe la guida della delegazionecon il Maghreb per Antonio Panzeri.Luigi De Magistris (Idv) haavuto la presidenza della potentecommissione sul controllodel bilancio europeo.

Il Sole 24 ore, 16 luglio 2009

Questo messaggio è stato modificato da: annarita, 16 Lug 2009 – 21:48 [addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.