L’italiano nel mondo

Posted on in Politica e lingue 35 vedi

L’italiano nel mondo

Una settimana di poesia

di Claudia Marin

La lingua di Dante Alighieri gode di ottima salute anche all’estero, dove i giovani desiderosi di apprenderla sono in continuo aumento. Comincia sotto i migliori auspici la Settimana della lingua italiana nel mondo, la cui quarta edizione si svolgerà dal 18 al 23 ottobre e avrà per tema la poesia italiana, in omaggio a Francesco Petrarca nel settimo centenario della nascita. Temi collaterali saranno “l’italiano in musica” e “la lingua del teatro”.

L’iniziativa, organizzata ancora una volta dalla Direzione generale per la cooperazione culturale del ministero degli Affari esteri con la diretta collaborazione dell’Accademia della Crusca e con la partecipazione di Enti pubblici e privati, ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il copatrocinio del ministero per gli Italiani nel mondo.

A sottolineare il “momento felice” che vive la nostra lingua fuori dai confini nazionali è stato il Sottosegretario agli Esteri Mario Baccini durante la presentazione. “L’italiano – ha dichiarato – è ai primi posti nell’aumento delle richieste degli studenti stranieri, che sono arrivate ad oltre trentacinquemila”.

“Ed è significativo – ha aggiunto – che accanto all’interesse culturale crescano le motivazioni legate ad esigenze professionali e di affari”.

Più cauto Francesco Sabatini, presidente dell’Accademia della Crusca. Per lui, la Settimana è “una necessità per raccogliere la sfida lanciataci dalla globalizzazione. Occorre impegnarsi a produrre cultura – ha aggiunto – e soprattutto evitare la pigrizia e lo snobismo, che ci rendono facili prede di mode anti-culturali”.

In programma novecento eventi culturali da realizzare in 81 paesi. Oltre 280 scuole italiane all’estero e 89 istituti di cultura sono stati coinvolti in manifestazioni che spaziano dai classici alla produzione poetica attuale, con particolare attenzione alla poesia dialettale. Da segnalare, la premiazione del concorso letterario “Scrivi con me” – i cui concorrenti si sono cimentati nel continuare un racconto inedito di Carlo Sgorlon – e il documentario televisivo di Rai International dal titolo “Le voci dell’italiano”. Momento centrale della Settimana, la videoconferenza che il 20 ottobre collegherà la Farnesina con quattro sedi di Istituti italiani di cultura

(New Delhi, Istanbul, Toronto, Berlino)

(Da La Nazione, 15/10/2004).

[addsig]




1 Commenti

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

L’italiano nel mondo<br /><br />
Una settimana di poesia<br /><br />
di Claudia Marin<br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
La lingua di Dante Alighieri gode di ottima salute anche all’estero, dove i giovani desiderosi di apprenderla sono in continuo aumento. Comincia sotto i migliori auspici la Settimana della lingua italiana nel mondo, la cui quarta edizione si svolgerà dal 18 al 23 ottobre e avrà per tema la poesia italiana, in omaggio a Francesco Petrarca nel settimo centenario della nascita. Temi collaterali saranno “l’italiano in musica” e “la lingua del teatro”.<br /><br />
L’iniziativa, organizzata ancora una volta dalla Direzione generale per la cooperazione culturale del ministero degli Affari esteri con la diretta collaborazione dell’Accademia della Crusca e con la partecipazione di Enti pubblici e privati, ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il copatrocinio del ministero per gli Italiani nel mondo.<br /><br />
A sottolineare il “momento felice” che vive la nostra lingua fuori dai confini nazionali è stato il Sottosegretario agli Esteri Mario Baccini durante la presentazione. “L’italiano – ha dichiarato – è ai primi posti nell’aumento delle richieste degli studenti stranieri, che sono arrivate ad oltre trentacinquemila”. <br /><br />
“Ed è significativo – ha aggiunto – che accanto all’interesse culturale crescano le motivazioni legate ad esigenze professionali e di affari”. <br /><br />
Più cauto Francesco Sabatini, presidente dell’Accademia della Crusca. Per lui, la Settimana è “una necessità per raccogliere la sfida lanciataci dalla globalizzazione. Occorre impegnarsi a produrre cultura – ha aggiunto – e soprattutto evitare la pigrizia e lo snobismo, che ci rendono facili prede di mode anti-culturali”.<br /><br />
In programma novecento eventi culturali da realizzare in 81 paesi. Oltre 280 scuole italiane all’estero e 89 istituti di cultura sono stati coinvolti in manifestazioni che spaziano dai classici alla produzione poetica attuale, con particolare attenzione alla poesia dialettale. Da segnalare, la premiazione del concorso letterario “Scrivi con me” – i cui concorrenti si sono cimentati nel continuare un racconto inedito di Carlo Sgorlon – e il documentario televisivo di Rai International dal titolo “Le voci dell’italiano”. Momento centrale della Settimana, la videoconferenza che il 20 ottobre collegherà la Farnesina con quattro sedi di Istituti italiani di cultura <br /><br />
(New Delhi, Istanbul, Toronto, Berlino)<br /><br />
(Da La Nazione, 15/10/2004). <br /><br />
<br /><br />
[addsig]

You need or account to post comment.