L’inno di Mameli come inno nazionale

Posted on in Politica e lingue 3 vedi

Noi sosteniamo l’inno di Mameli

di Andrea Barducci
(Presidente Provincia Firenze)

Un atto dovuto nei confronti degli italiani, ma soprattutto verso le tante persone che in questi 65 anni si sono emozionate, hanno gioito, sofferto e pianto con l’inno nazionale. Sollecitiamo il Governo all’approvazione di una legge che porti all’effettiva adozione de “Il Canto degli italiani” di Mameli – più noto come “Fratelli d’Italia” – come inno nazionale. Dalla provincia facciamo partire un sostegno all’iniziativa lanciata dal professor Ceccuti dalle pagine de La Nazione, affinché venga ora ufficializzata quella decisione orale presa nel 1946 e poi registrata in un verbale di una seduta dell’allora governo De Gasperi. E’ giunto il momento di dare all’inno nazionale l’ufficializzazione che merita. Non credo sia vuota retorica sollecitare questo passaggio legislativo che non deve essere vissuto come una semplice constatazione di fatto, ma come un gesto solenne capace di trasferire nelle carte i sentimenti di migliaia di italiani. Il governo Monti e la maggioranza che lo sorregge non devono perdere questa opportunità . Inoltre per Firenze il testo scritto da Mameli contiene un motivo di affetto in più: quel bel richiamo all’orgoglio fiorentino di Francesco Ferrucci , preso a simbolo ed esempio per ogni italiano che di Ferruccio ha il core e la mano.
(Da La Nazione, 19/1/2012).




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.