Lingua Italiana per il commercio, c’è il decreto

Posted on in Politica e lingue 15 vedi

Lingua Italiana per il commercio, c’è il decreto
Lunedì 12 luglio 2010
(d.s.) Per offrire un servizio di commercio di vicinato davvero utile ai cittadini è necessario che anche i negozianti stranieri, che si apprestano ad aprire un’attività, conoscano gli elementi basilari della lingua italiana. Parte da questo presupposto la mozione presentata, ancora qualche mese fa, dal gruppo consigliare della Lega Nord in comune di Brescia.
La proposta è stata ritirata proprio durante il consiglio comunale di lunedì, perché a livello nazionale, il ministro degli Interni Roberto Maroni, prendendo spunto dalle sollecitazioni che arrivavano dal territorio, e in particolare proprio dalle province di Brescia e Prato, ha dato vita al decreto legge che impone la conoscenza della lingua italiana ai richiedenti il permesso di soggiorno per il lungo periodo.
"Siamo particolarmente contenti che la nostra proposta abbia avuto un importante riscontro a livello regionale e nazionale", ha detto il consigliere comunale della Lega Nord Massimo Tacconi, presidente della commissione Commercio, al suo ultimo appuntamento in questa veste visto l’incarico ottenuto nella società Brescia mercati.."Intervenire su questo settore significa trovare una soluzione a un problema, quella degli esercenti a zero conoscenza della lingua italiana, che a nostro avviso deve essere risolto per rispetto dei cittadini italiani".
"Siamo soddisfatti per quanto ottenuto e siamo ben lieti di ritirare la nostra mozione perchè abbiamo ricevuto una risposta repentina ed efficace alle nostre istanze dimostrando che, ancora una volta, la Lega Nord è vicina alle problematiche del territorio e pronta a risolverle con celerità" ha concluso il capogruppo in Loggia della Lega Nord Nicola Gallizioli.
http://www.quibrescia.it/index.php?/con … 19261/218/




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.