Lingua comune europea

Posted on in Politica e lingue 10 vedi

La risposta di Lars Mitek alla proposta di Giulio Marino (www.tarantofuturo.it ) di adottare la lingua internazionale esperanto nelle istituzioni europee:

G.le Sig. Marino,

Il Presidente Prodi mi ha chiesto di rispondere al Suo e-mail del mese di 23 settembre 2003, che ho letto con grande interesse, nel quale Lei suggeriva che le Istituzioni europee adottino una lingua neutrale come l’esperanto.

Considerato che le lingue parlate negli Stati membri dell’Unione sono parte integrante del patrimonio culturale e dell’identità dei cittadini europei, una modifica al sistema del multilinguismo, vigente attualmente in seno

all’Unione, sarebbe contraria a tale principio. Poter utilizzare la propria madre lingua nei rapporti con le Istituzioni europee è fondamentale per ogni cittadino. Il Trattato di Amsterdam ha riconosciuto questo diritto, introducendo un’espressa disposizione nel Trattato istitutivo della Comunità europea (art. 8 del Trattato CE).

Le lingue ufficiali dell’Unione hanno lo stesso status giuridico, come si evince dal Regolamento del Consiglio N. 1 del 1958 e tale sistema non sarà modificato con il prossimo allargamento a nuovi Stati.

I vari programmi comunitari intesi a promuovere gli scambi culturali nelle scuole e nelle università (Socrates, Leonardo) e l’Anno europeo delle lingue contribuiscono a promuovere la conoscenza delle lingue tra i cittadini

dell’Unione europea. E’ mia convinzione, e la Commissione condivide tale punto di vista, che la possibilità di utilizzare almeno due lingue comunitarie, oltre alla propria lingua madre, rappresenti un vantaggio indiscutibile per ogni cittadino dell’Unione europea.

Comprendo la Sua preoccupazione in merito alle difficoltà che comporta il multilinguismo nelle Istituzioni europee, tuttavia non credo che la scelta di un’unica lingua sia una soluzione appropriata e praticabile.

Colgo l’occasione per inviarLe i miei migliori saluti,

Lars Mitek

Capo Unitá

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.