Lezioni di tutte le materie in inglese: non la vedo per niente bene.

Posted on in Politica e lingue 20 vedi

Lezioni di tutte le materie in inglese: non la vedo per niente bene.

Caro Beppe, in questi giorni ho sentito alcuni servizi alla radio durante i miei tragitti casa-lavoro, di alcune scuole che stanno partendo con la sperimentazione dell’insegnamento della lingua inglese, facendo le lezioni di tutte le materie in inglese.
Avendo quotidiane comunicazioni con il resto del mondo ho pensato quanto possa essere utile, seppur non amando l’idea di mettere ancora più in difficoltà chi magari non fosse portato per le lingue.
Poi al lavoro mi confronto con giovani diplomati che faticano ad abbinare termini maschili e femminili con i corrispondenti articoli, che hanno difficoltà di espressione in generale con la lingua italiana, e di conseguenza riportano tali difficoltà anche quando si esprimo in inglese.
Da qui la mia deduzione: se da un lato l’uso della lingua inglese per insegnare anche le altre materie potrebbe sembrare una buona idea (più uso l’inglese in un contesto più ampio ed articolato, meglio lo padroneggio), dall’altro lato non posso non pensare che si tratti di un’orrida opera di camouflage dove a fronte di un’esigenza vera (insegnare l’inglese) si nasconda il problema (non sapere insegnare l’inglese), estendendo il problema a macchia d’olio sulle altre materie, che già tentennano di loro.
Nella migliore delle ipotesi gli studenti usciranno formati ad esprimersi in un mix di lingue inglesi (una per ogni docente di altra materia) padroneggiando ancora peggio tutto il resto.
Non so, ma io non la vedo per niente bene.
Meglio sarebbe insegnare bene l’inglese, cominciando magari nella prima infanzia, e lasciare che la lingua italiana mantenga la propria dignità e funzionalità.
Antonio Paste, antonio.paste@hotmail.it
(Da italians.corriere.it, 17/9/2015).

{donate}

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.