Lettere al Corriere.

Posted on in Politica e lingue 23 vedi

Lettere al Corriere: risponde Sergio Romano.

Cartello misterioso.

Come dovrebbe comportarsi un automobilista, rispettoso delle regole, che percorre ad esempio l’autostrada Genova- Ventimiglia, alla vista di un cartello luminoso che avverte: «Attenzione: operai al lavoro – Men at work». Dovrebbe ridurre la velocità? Di quanto? Non ci sono cartelli che lo indicano. Che sia magari un invito a controllare se gli operai stanno veramente lavorando?
Giorgio Volonteri, Imperia
(Da corriere.it, 3/1/2015).

La nostra lingua

Circa la diffusione delle principali lingue nel mondo una realtà merita di essere ricordata: la presenza a Roma di 18 istituzioni universitarie cattoliche frequentate da decine di migliaia di studenti e studentesse consacrati provenienti da tutto il mondo specialmente dalle sparse 50 università e dalle 86 istituzioni di studi ecclesiastici: i migliori cervelli giovani della Chiesa. Venuti a Roma per corsi di specializzazione gli studenti imparano l’italiano. Anche da qui la larga diffusione dell’italiano nel mondo.
Alessandro Da Rin, Roma
(Da corriere.it,11/1/2015).

La nostra lingua ufficiale

Poiché la nostra lingua ufficiale è l’italiano, tutti gli organi dello Stato sono obbligati a utilizzarlo. Pertanto i presidenti della Camera e del Senato dovrebbero escludere dagli atti parlamentari tutti i termini inglesi come, per esempio il raccapricciante Jobs act o il patetico governance.
Bruno Telleschi , bruno.telleschi@alice.it
(Da corriere.it, 14/1/2015).

Film in lingua originale

Dopo avere pagato il canone vorrei fare una richiesta alla Rai: poter vedere i film e telefilm anche in lingua in originale. In Inghilterra si vede la serie di Montalbano anche in italiano.
Moira Bruce, Siziano (Pv)
(Da corriere.it, 1/2/2015).

Termini inglesi

In un paese di pochi abitanti il negozio di parrucchiera si chiama «Hair Elsa». Siamo al ridicolo! I nostri connazionali dovrebbero sapere che l’italiano è una delle lingue più studiate al mondo: gli stranieri vogliono leggere Dante in lingua originale.
Liliana Bido, Padova
(Da corriere.it, 27/3/2015).

Matteo Renzi

Caro Romano, la manìa del presidente del Consiglio di intestare in inglese, lingua che — è risaputo — conosce male, provvedimenti legislativi lo rende ridicolo, e con lui noi tutti, anche presso gli stranieri. Matteo Renzi meriterebbe severa reprimenda da parte dell’Accademia della Crusca.
Italo Savasta

Il presidente del Consiglio è stato sindaco di Firenze, una città molto amata dagli inglesi dove vive da sempre una numerosa società di anglo-fiorentini. Potrebbe esserne stato contagiato. Le parti comunque si sono invertite. Gli inglesi di Firenze parlano italiano con l’accento inglese, Renzi parla inglese con l’accento toscano.
(Da corriere.it, 29/3/2015).

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.