Lettere.

Posted on in Politica e lingue 28 vedi

Apostrofi, questione di curve.

Gentile Severgnini, scrivo a lei perché la so sensibile a questi argomenti. Può far presente ai redattori del “Corriere” che, in caso di elisione all’inizio di una parola o di una cifra, come in ’ndrangheta o in ’68, l’apostrofo da usare è quello di chiusura, cioè con la curva verso destra, e non quello di apertura con la curva verso sinistra? Purtroppo, infatti, sia sul quotidiano cartaceo che sul sito del Corsera, da diversi mesi, vedo che viene quasi sempre scelta l’opzione errata (‘ndrangheta e ‘68) e la cosa mi disturba alquanto.
Giuseppe Pollicelli, giuseppe.po@gmail.com
(Da italians.corriere.it, 4/9/2015).

A Tina a proposito del ” gli “.

Grazie Tina, conosco il francese, ma anche l’inglese non scherza accomunando in un you, maschile, femminile, singolare e plurale, ma non è una lingua neolatina, la perdoniamo… L’italiano è, mi correggo, era, una lingua ricca e io rimango affezionata alle sue mille sfaccettature, sarà l’età, ma sarà anche l’affetto per una lingua bellissima che ogni straniero con una cultura che si rispetti vorrebbe conoscere. Non roviniamola cambiando l’uso dei pronomi, non contaminiamola con troppi vocaboli stranieri, non ammazziamo il congiuntivo, cominciando, ahimè purtroppo, da molti giornalisti…molti non tutti. Ciao Tina, errante viaggiatrice.Carla Tassi
(Da forum.corriere.it/leggere_e_scrivere, 3/9/2015).

Per Carla Tassi.

Cara Carla, io non mi stupisco ormai di niente, figurati del ‘gli’ usato per il femminile e maschile.
Mondo globalizzato!? Mondo che va di fretta?
Forse una necessità di semplificare, dalla grammatica ai cibi. Forse non c’entra, ma c’entra, c’entra. Pensa che a Tokyo al ristorante Ken Shimizu offrono un piatto che per odore, consistenza, estetica somiglia a delle feci umane cotte col curry. Io in Indonesia ho mangiato rane vive, assaggiato vermi di mare vivi, insetti vari fritti e ricchi di vitamine.
Saranno per noi occidentali il cibo del futuro!?
In Oriente è già una realtà. Almeno non si buttano nella spazzatura kili di cibo che è sempre meno sufficiente per i miliardi di abitanti del mondo.

Ma torniamo a ‘gli’. Non è la prima volta che leggo il ‘gli’
usato per fem. e mas., anche al plurale per ‘loro’, fem. o mas.
Ricordo che in francese, lingua neolatina, come l’italiano, si dice ‘Je lui ai dit’, dove il ‘lui’ si usa per il fem. e per il mas. Così il plurale ‘leur’.
In spagnolo, Le dije a volver, dove il ‘le’ è usato per una donna o a un uomo. Il contesto chiarisce.
Inoltre, hai visto quanti vocaboli inglesi sono usati al posto dei corrispondenti italiani? E l’uso è in crescendo. Ti sei stupita?
E’ un’ascesa che fa impallidire gli italianisti.

Ma così è, e credo che ci sia ben poco da obiettare. L’inglese è divenuto lingua madre del mondo globalizzato. Perfino la Cina ha bisogno di usarlo.

Un caro saluto. Tina Furnari
(Da forum.corriere.it/leggere_e_scrivere, 26/8/2015).

{donate}

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.