L’Esperanto per 108 milioni di elettori europei

Posted on in Politica e lingue 21 vedi

È definitivo: l’Esperanto su 64 milioni di schede elettorali

Secondo la decisione della commissione elettorale del 10 d’aprile, la sezione tedesca del movimento politico “Euxropo – Demokratio – Esperanto” (“Europa – Democrazia – Esperanto”) (EDE) ha diritto di partecipare alle competizioni elettorali europee in Germania. Questo significa che fino all’inizio di giugno lo stato tedesco stamperà almeno 64 milioni di schede, su cui si troverà il nome EDE. Su ogni scheda elettorale si troveranno anche i nomi dei dieci candidati di EDE – Germania, con al primo posto il professore dottor Reinhard Selten.

EDE presenta le liste anche in tutte le regioni di Francia per cui complessivamente 108 milioni di europei (64 milioni in Germania e 44 milioni in Francia) avranno la possibilità di sostenere la diffusione dell’Esperanto con il loro voto. Mentre in Germania ciascun elettore troverà automaticamente EDE sulla scheda, in Francia occorrerà una scheda speciale. EDE programma di stamparne e diffonderne 7 milioni e verrà offerta anche la possibilità di scaricarle dalla rete.

In Germania parteciperanno al voto complessivamente 32 liste, fra partiti e associazioni politiche – più di qualsiasi altra volta precedentemente. Già ora dei giornalisti manifestano l’opinione che questo gran numero potrebbe indurre i grandi partiti ad accettare le idee dei nuovi movimenti politici. Così anche EDE spera che la sua idea di base, migliorare la comprensione attraverso l’Esperanto e in tal modo accelerare il diritto all’eguaglianza e alla democrazia linguistica a livello europeo, comincerà ad avere nuovo impulso.

Come partecipante alle votazioni EDE potrà trasmettere gratuitamente filmati di propaganda alla televisione tedesca e francese. Oltre a ciò c’è un grande impegno per informare con manifesti, pieghevoli, informazioni negli stand, e comunicati sui giornali. Anche se (per la necessità di superare la soglia del 5 per cento in Germania e Francia) la conquista di un seggio in parlamento non appare realistica, ora milioni di persone cominceranno a conoscere l’esistenza dell’Esperanto, così che anche il movimento esperantista nel suo insieme trarrà profitto delle elezioni.

Secondo una valutazione realistica EDE potrà ottenere in Germania e Francia, complessivamente, sui 100 000 voti. Già questo numero impressionerebbe sicuramente di più il mondo esterno di quanto faccia il numero dei membri delle diverse associazioni esperantiste in Europa. Le elezioni europee possono dunque essere un aiuto importante perché si prenda più seriamente il movimento esperantista.

Ulrich Matthias

vicepresidente di EDE-Germanio

(Fonte Ret – info).

[addsig]




1 Commenti

Daniela Giglioli
Daniela Giglioli

È definitivo: l'Esperanto su 64 milioni di schede elettorali<br /><br />
<br /><br />
<br /><br />
Secondo la decisione della commissione elettorale del 10 d’aprile, la sezione tedesca del movimento politico "Euxropo - Demokratio - Esperanto" ("Europa - Democrazia – Esperanto”) (EDE) ha diritto di partecipare alle competizioni elettorali europee in Germania. Questo significa che fino all'inizio di giugno lo stato tedesco stamperà almeno 64 milioni di schede, su cui si troverà il nome EDE. Su ogni scheda elettorale si troveranno anche i nomi dei dieci candidati di EDE – Germania, con al primo posto il professore dottor Reinhard Selten.<br /><br />
<br /><br />
EDE presenta le liste anche in tutte le regioni di Francia per cui complessivamente 108 milioni di europei (64 milioni in Germania e 44 milioni in Francia) avranno la possibilità di sostenere la diffusione dell'Esperanto con il loro voto. Mentre in Germania ciascun elettore troverà automaticamente EDE sulla scheda, in Francia occorrerà una scheda speciale. EDE programma di stamparne e diffonderne 7 milioni e verrà offerta anche la possibilità di scaricarle dalla rete. <br /><br />
<br /><br />
In Germania parteciperanno al voto complessivamente 32 liste, fra partiti e associazioni politiche - più di qualsiasi altra volta precedentemente. Già ora dei giornalisti manifestano l'opinione che questo gran numero potrebbe indurre i grandi partiti ad accettare le idee dei nuovi movimenti politici. Così anche EDE spera che la sua idea di base, migliorare la comprensione attraverso l'Esperanto e in tal modo accelerare il diritto all'eguaglianza e alla democrazia linguistica a livello europeo, comincerà ad avere nuovo impulso.<br /><br />
<br /><br />
Come partecipante alle votazioni EDE potrà trasmettere gratuitamente filmati di propaganda alla televisione tedesca e francese. Oltre a ciò c’è un grande impegno per informare con manifesti, pieghevoli, informazioni negli stand, e comunicati sui giornali. Anche se (per la necessità di superare la soglia del 5 per cento in Germania e Francia) la conquista di un seggio in parlamento non appare realistica, ora milioni di persone cominceranno a conoscere l'esistenza dell'Esperanto, così che anche il movimento esperantista nel suo insieme trarrà profitto delle elezioni.<br /><br />
<br /><br />
Secondo una valutazione realistica EDE potrà ottenere in Germania e Francia, complessivamente, sui 100 000 voti. Già questo numero impressionerebbe sicuramente di più il mondo esterno di quanto faccia il numero dei membri delle diverse associazioni esperantiste in Europa. Le elezioni europee possono dunque essere un aiuto importante perché si prenda più seriamente il movimento esperantista.<br /><br />
<br /><br />
Ulrich Matthias<br /><br />
vicepresidente di EDE-Germanio<br /><br />
<br /><br />
(Fonte Ret - info).<br /><br />
[addsig]

You need or account to post comment.