L’ERA sostiene Survival nella raccolta firme per la convenzione 169 (ILO)

L'ERA appoggerà la raccolta firme promossa da Survival, una raccolta firme che coinvolga istituzioni e opinione pubblica, per spingere l’Italia a ratificare la convenzione 169, adottata dall’ILO il 27 giugno 1989 (http://www.ilo.org/). Tale convenzione, relativa ai popoli indigeni e tribali in paesi indipendenti, è andata a sostituire la 107, adottata nel 1957. In quest’ultima infatti si parlava ancora di paesi “semi-indipendenti” e la politica di sostegno ai popoli indigeni e tribali non teneva conto del diritto all’autodeterminazione in relazione al diritto all’autoidentificazione.


L’Italia si è impegnata a sostenere nel prossimo autunno, insieme all’Unione Europea, l’adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti dei Popoli Indigeni da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. E questo è certamente un passo positivo nell’interessamento dal parte del Ministero degli Esteri verso la “questione indigena”. Ma non basta. La convenzione 169 ha valore giuridico vincolante (a dispetto della Dichiarazione che invece vincola gli stati solamente moralmente) ed è di estrema importanza per la tutela di collettività indigene e tribali che vedono in pericolo la loro sopravvivenza. Le richieste riscontrabili nella convenzione riguardano il diritto alla terra, alla cultura e alle tradizioni e soprattutto il diritto ad una consultazione dei diretti interessati nel caso ci siano variazioni di intenti, leggi e progetti che li riguardino.


L'Italia si trova ad essere promotrice e finanziatrice di progetti che rischiano di mettere in pericolo intere comunità indigene. La giustificazione addotta è che questi sono conformi alle leggi nazionali o locali.


La raccolta firme per spingere l'Italia alla ratifica è stata ripresa in maniera più vigorosa agli inizi di quest'anno, dopo che la Spagna, seguendo l'esempio dell'Olanda, ha ratificato la convenzione.

La giustificazione dell'ancora non avvenuta ratifica è quella che i paesi europei non sono coinvolti dalla presenza indigena. La ratifica spagnola ha messo in discussione questa posizione.

Con una lettera pubblica del 18 giugno 2007, in risposta a quella di Francesca Casella, responsabile di Survival International Italia , il Ministro degli Esteri D'Alema impegna l'Italia nel sostenere, nell'ambito dell'Unione Europea, l'adozione della Dichiarazione Universale dei Popoli Indigeni. Continua dicendo che è in corso una “ approfondita riflessione” sulla questione della ratifica della convenzione, in ambito nazionale e internazionale. Una risposta che però mantiene un impegno generico sulla propositività del governo in tal senso (http://italia.survival-international.org/related_material.php?id=585 ).


Dal maggio 2001 sia alla Camera dei Deputati che al Senato sono stati proposti disegni di legge che dessero sostegno all'eventuale ratifica da parte del governo italiano (http://italia.survival-international.org/related_material.php?id=551).


[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.