L’ebreo Zamenhof non va bene per Radio Polonia

Posted on in Ni parolas Esperante 23 vedi

L'ebreo Zamenhof non va bene per Radio Polonia

Se Israele non trasmette in esperanto perché dovrebbe farlo Radio Polonia? Con questa argomentazione Krzysztof Czabański, della dirigenza di Radio Polonia, giustifica la chiusura della programmazione in esperanto. Insomma, a quanto pare, per costui Zamenhof, il creatore dell'esperanto, non può considerarsi un vero polacco.
Renato Corsetti, presidente della Universala Esperanto Asocio, ha dichiarato: “Attaccare l'esperanto per il fatto che Zamenhof fosse ebreo è qualcosa che non ci si aspetterebbe in un paese civile nel seno dell'Unione Europea, le cui corti hanno più volte dichiarato fuori legge il razzismo”.
Per protestare e chiedere la ripresa dei programmi in esperanto potete mandare una e-mail ai seguenti indirizzi (sopratutto il primo ma meglio tutti e tre):

ufficio.stampa@ambasciatapolonia.it
istituto.polacco@flashnet.it
info@infopolonia.it

Potete inviare una copia della vostra e-mail (anche se è in italiano) a esperanto@polskieradio.pl
[addsig]



1 Commenti

Oltremare
Oltremare

<DIV id=RTEmultiCSSID ><DIV align=justify><FONT face=Arial><FONT face=Verdana size=3><P><STRONG>L'ebreo Zamenhof non va bene per Radio Polonia</STRONG></P></FONT></FONT></DIV><DIV align=justify><FONT face=Verdana>Se Israele non trasmette in esperanto perché dovrebbe farlo Radio Polonia? Con questa argomentazione Krzysztof Czabański, della dirigenza di Radio Polonia, giustifica la chiusura della programmazione in esperanto.<STRONG> </STRONG>Insomma, a quanto pare, per costui Zamenhof, il creatore dell'esperanto, non può considerarsi un vero polacco. </FONT></DIV><DIV align=justify><FONT face=Verdana></FONT> </DIV><DIV align=justify><FONT face=Verdana>Renato Corsetti, presidente della Universala Esperanto Asocio, ha dichiarato: "Attaccare l'esperanto per il fatto che Zamenhof fosse ebreo è qualcosa che non ci si aspetterebbe in un paese civile nel seno dell'Unione Europea, le cui corti hanno più volte dichiarato fuori legge il razzismo".</FONT></DIV><DIV align=justify><FONT face=Verdana></FONT> </DIV><DIV align=justify><FONT face=Verdana>Per protestare e chiedere la ripresa dei programmi in esperanto potete mandare una e-mail ai seguenti indirizzi (sopratutto il primo ma meglio tutti e tre):<BR><BR></FONT><A title=ufficio.stampa@ambasciatapolonia.it href="mailto:ufficio.stampa@ambasciatapolonia.it"><FONT face=Verdana>ufficio.stampa@ambasciatapolonia.it</FONT></A><BR><A title=istituto.polacco@flashnet.it href="mailto:ambasciatapolonia.itistituto.polacco@flashnet.it"><FONT face=Verdana>istituto.polacco@flashnet.it</FONT></A><BR><A title=info@infopolonia.it href="mailto:flashnet.itinfo@infopolonia.it"><FONT face=Verdana>info@infopolonia.it</FONT></A><BR><BR><FONT face=Verdana>Potete inviare una copia della vostra e-mail (anche se è in italiano) a </FONT><A href="mailto:esperanto@polskieradio.pl"><FONT face=Verdana>esperanto@polskieradio.pl</FONT></A></DIV></DIV>[addsig]

You need or account to post comment.