Le parole dell’ Italia che cambia

Posted on in Politica e lingue 5 vedi

Viaggio nel nostro lessico quotidiano, in una ragnatela di parole e significati

Le parole dell’Italia che cambia, ma anche le parole che hanno cambiato l’Italia. Non un semplice dizionario di neologismi, ma la radiografia dei cambiamenti avvenuti nel costume, nella politica, nell’economia italiana degli ultimi dieci anni… [nel] libro di Andrea Bencini e Beatrice Manetti ‘Le parole dell’Italia che cambia ’ (Le Monnier).

“Un dizionario di neologismi non dovrebbe uscire una volta all’anno, ma una volta al giorno – spiegano gli autori -. Perché ogni giorno la lingua accoglie o corteggia qualche parola nuova, e inseguirne il ricambio, l’apparire e sparire è di fatto una rincorsa senza traguardo, un discorso senza punto fermo. Con ‘Le parole dell’Italia che cambia ’ abbiamo cercato di mettere questo punto. Alle spalle avevamo il grande serbatoio accumulato negli ultimi dieci anni per gli aggiornamenti del Devoto-Oli e i numerosi repertori che periodicamente segnalano termini e accezioni nuove. Avevamo, soprattutto, le discussioni che accompagnano la decisione se inserire o meno un neologismo nel vocabolario, e che non riguardano mai solo la singola parola, ma investono i contesti nei quali viene usata, i meccanismi mentali collettivi che sottintende”.

“Da qui siamo partiti, utilizzando i neologismi non come reperti di un catalogo che aspiri all’esaustività, ma come una sorta di segnaletica che indica, insieme ai cambiamenti della lingua, i mutamenti della vita di chi la parla – proseguono Mancini e Manetti -. Dietro la quantità, insomma, abbiamo provato a cercare la qualità, dietro il ‘come ‘ il ‘perché ’: perché la politica, dopo anni di improduttività linguistica, si è risvegliata in paesaggio dove vecchio e nuovo si intrecciano in un pullulare di ex, neo e post; perché il linguaggio delle guerre globali tende sempre più marcatamente all’eufemismo medico, mentre quello della medicina si colora di sfumature belliche…”.

(Da La Nazione, 1/3/2006).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.